Giornata della memoria: altro che Shoah!


Oggi mi ricordo di:

* Olocausto: annientamento di 6 milioni di ebrei (oltre la metà degli ebrei in Europa), colpendo anche gruppi etnici Rom e Sinti (i cosiddetti zingari), comunisti, omosessuali, prigionieri di guerra, malati di mente, Testimoni di Geova, Russi, Polacchi e altri Slavi, per un totale di vittime stimabile tra 13 e 20 milioni.

* Unione Sovietica: durante il regime bolscevico e lo stalinismo, furono compiuti gravi massacri.
Holodomor: nel 1932, il popolo ucraino fu sterminato per carestia indotta; il numero di vittime è molto incerto e varia da 1,5 a 10 milioni.
I Kulaki furono deportati a milioni in Siberia e nei gulag e si stima che circa 600.000 (un terzo) morì o fu ucciso.

* Secondo genocidio armeno: negli anni 1915-1916, il governo turco, guidato dai Giovani Turchi, condusse deportazioni ed eliminazioni sistematiche della minoranza armena. Il numero di morti è molto incerto e valutato da 200.000 a oltre 2 milioni; la cifra più accettata è di 1.500.000.

* Jugoslavia: durante la seconda guerra mondiale il regime fascista croato organizzò il massacro sistematico delle minoranze etniche (soprattutto serbi, ebrei e zingari) provocando circa mezzo milione di vittime.

* Bosnia: la guerra in Jugoslavia, successiva alla proclamazione di indipendenza della Slovenia e della Croazia, provoca 250.000 vittime, due terzi delle quali civili. Nonostante le atrocità caratterizzino tutte le parti belligeanti, solo i dirigenti comunisti serbi si rendono aggressori e colpevoli di pulizia etnica ed alcuni di loro: Ratko Mladic, Radovan Karadzic, Radislav Krstic, Slobodan Milosevic e Momcilo Krajisnik) vengono incriminati di genocidio nei confronti dei musulmani bosniaci.
Massacro di Srebrenica: nel corso della guerra in Bosnia (1992-1995), la città di Srebrenica venne occupata l’11 luglio 1995 e le truppe serbo-bosniache deportarono e massacrarono la popolazione. Morirono circa 8.000 uomini e ragazzi bosniaci.

* Burundi: nel 1972, nel teatro dei conflitti etnici della regione intorno al Ruanda, 150.000 Hutu furono massacrati dal governo Tutsi.

* Ruanda: il peggiore genocidio africano avvenne nel 1994 in Ruanda da parte di milizie e bande Hutu contro la minoranza Tutsi e tutti coloro che erano sospettati di favorirli. Le vittime, circa un milione, furono spesso uccise barbaramente con armi rudimentali. Nel 1962, 100.000 Tutsi erano già stati massacrati per gli stessi motivi che avrebbero portato al genocidio del 1994, inoltre, massacri occasionali si verificarono per tutta la seconda metà del Novecento, anche dopo il 1994.

* Indonesia: nel 1965 e nel 1966, il regime di Sukarno attuò una repressione anti-comunista per annientare il partito comunista, in cui furono sterminate da 500.000 a un milione di persone.

* Bangladesh: nel 1971, il regime di Yahya Khan condusse una sanguinosa operazione militare contro il Pakistan dell’est, in cui furono uccisi da alcune centinaia di migliaia a 3 milioni di civili.

* Cambogia: tra il 1975 ed il 1979 i Khmer rossi, sostenuti ed armati dalla Cina, massacrarono o fecero morire nei cosiddetti campi di rieducazione o Killing Fields (campi della morte) da 1 a 2,2 milioni di persone (su una popolazione totale di 7,5). Fra le vittime, furono colpiti soprattutto cattolici, musulmani Cham, cinesi e vietnamiti.

* Timor Est: nel 1975 l’occupazione indonesiana provocò la morte da 60.000 a 200.000 persone.

* Guatemala: a partire dal 1960, il regime militare di Carlos Castillo Armas causò trenta anni di guerra civile e la morte di 200.000 civili. La Commissione per la verità, sponsorizzata dall’ONU, ha concluso che in certe aree (come Baja Verapaz) il governo avviò intenzionalmente una politica di genocidio contro determinati gruppi etnici, soprattutto Maya.

Come vedete, sono solo esempi recenti, ma la Storia umana è costellata di genocidi (le Crociate, per esempio) tale da concludere che IL GENOCIDIO SIA UNA PRATICA COMUNE DELL’ESSERE UMANO.

Annunci
Lascia un commento

6 commenti

  1. Mi fa pensare il fatto che una persona con intenti documentaristici come te sia fortemente lobotomizzato da teorie complottiste create a tavolino da altri. Le tue argomentazione sono poco originali ed esposte come una chiacchierata da bar, ma mi va bene, le opinioni sono tutte rispettabili finché non si trasformano in negazione di fatti storici.
    Alcune delle quali sono menzogne contraddette (l’olocausto è una bufala, e poi parli di numeri che non tornano, entrando in contraddizione, sarei curioso di capire che conti hai fatto e perché non si possono eliminare 6 milioni di persone in 9 anni. Sicuramente non hai mai visto le “strutture” imponenti che le ospitavano e che mio nonno. italiano non ebreo, mi ha descritto molto bene), altre sono spunti interessanti (discorso delle democrazie e delle dittature), altre fatti esatti interpretati arbitrariamente (la collusione comunismo ebrei è un’invenzione pura, nei gulag c’erano anche gli ebrei). E poi ti riferisci alla massoneria ebraico-finanziaria mondiale: questo è un discorso che andrebbe approfondito, come anche l’allungamento della guerra, nel senso che sono fenomeni che esistono e sono esistiti certamente, ma è da valutare la loro entità e i loro confini: cioè non credo, per esempio, che i finanzieri non ebrei siano fuori dal giro (ti sei informato su chi ha creato il disastro finanziario di questi anni?), insomma non semplificherei i tuoi ragionamenti a un mero fatto religioso. Se il tuo intento è quello storico, documentati in modo equilibrato (e non semplicemente leggendo quei 2 o 3 libri negazionisti).

    Rispondi
    • Allora partiamo dall’inizio con una domanda… la Germania invase parte di Polonia; Francia e G.B le dichiararono Guerra ma non all’URSS che invase l’altra metà di Polonia e si prese anche stati baltici Bessarabia e territori Finnici …perchè? Il 3 settembre 1939, Francia e Gran Bretagna utilizzarono un conflitto “locale” per dichiarare guerra alla Germania, sapendo benissimo di scatenare una guerra mondiale.Francia e Gran Bretagna decisero di attaccare solo la Germania e non l’URSS le cui Armate, dal 17 settembre, “scorazzavano allegramente” in territorio polacco.
      Che la “difesa” della Polonia fosse stata solo un pretesto per scatenare una guerra mondiale in funzione anti-germanica e anti-italiana è dimostrato dal fatto che, quando l’URSS richiese formalmente di inghiottire nella sua zona di influenza tutta l’Europa orientale, compresa la Polonia,le “candide vestali” della democrazia britannica e francese accondiscesero al progetto.
      Per quanto riguarda la Oloreligione di stato,spiegata accuratamente ai ragazzi delle scuole e guai a dissentire altrimenti ti massacrano, non è opinabile.Siamo al paradosso cioè dove la “dittatura della maggioranza democratica”impone cosa dover dire.
      Nei Gulag c’erano pochissimi ebrei non ortodossi.I sei milioni sono solo una invenzione e moltissimi l’hanno capito per fortuna (basta vedere le lapidi cambiate dopo il 1989,qualche milione in meno),ma in una situazione del genere dove la menzogna quotidiana invade i media,noi poveri burattini siamo sempre più servi.

      Rispondi
    • Libri revisionisti ce ne sono troppi,solo che quelli non revisionisti sono quelli del sistema che ha prodotto la bugia globalizzata (gli israeliani hanno fatto andare a israele il console cinese al muro del pianto,cioè quelli che oggi massacrano i lavoratori sono amici di israele).Tutti i politici sono prostrati verso una nazione grande come una regione.I libri “negazionisti” che quelli come te dichiarano negazione una sola contraddizione alla non coerenza,sono bollati e impossibilitati all’informazione.Se non sei ipocrita e soprattutto bugiardo,scrivimi quali libri che dissentono dai 6 milioni,vengono presentati o fatti leggere nelle scuole.Scrivimi chi può dissentire in modo fermo e deciso alla pagliacciata dei 6 milioni,non qui,ma in un contesto più ampio quale conferenze ecc.
      Ho letto solo qualche giorno fa un testo “storico” per medie inferiori che esplicitamente risolve la questione in tre righe,evidenziando in maniera comica come il popolo tedesco fosse una specie di carnefice volontario,evitando,logicamente,in tutto e per tutto di parlare del massacro comunista:siamo arrivati al peggio del peggio!
      Se poi le verità sono di quell’Elie Wiesel…lasciamo perdere.

      Rispondi
      • Va bene, facciamo una cosa. Diamo ragione a chi dice che i morti sono molto meno, in effetti anche la storiografia ufficiale già ammette che, negli ultimi mesi dell’olocausto, ci sono state “forze” che hanno sfruttato l’evento per ottenere un maggiore sforzo internazionale per costituire Israele, e quanto ne segue (un po’ come per l’11 settembre). Questo, per me, non è in discussione.
        Rimane il mio discorso iniziale: ogni pulizia etnica è deprecabile, e non è nei numeri la valutazione, ma nei principii. Se i comunisti sovietici non avevano scrupoli a eliminare intere famiglie, stessa cosa era per i nazifascisti. Per quanto la Storia abbia contrapposto il Terzo Reich e Stalin, vedo molte somiglianze tra di loro.
        Quanto al “dissenso storico”, se preferisci chiamarlo così, è vero, ma i miei dubbi sono: “perché sostituire i libri di oggi con libri che diminuiscono (o se preferisci correggono) i numeri?” la risposta giusta sarebbe: per amore di verità, e allora va bene.
        Purtroppo, non prendiamoci in giro (basta leggere le idee di questi “neostoriografi”), la risposta vera è: “Per diminuire le responsabilità di regimi nazifascisti”, regimi che hanno agli effetti portato alla distruzione di due nazioni: l’Italia e la Germania. Allora è bene tenere lontani questi testi dalle scuole.

  2. Olo-Atea

     /  9 febbraio 2012

    L’olocausto degli ebrei è una bufala.E’ servito per alimentare l’odio.I conti non tornano a priori (in soli 9 anni è ridicolo) e tutti l’hanno capito tranne i cervelli circoncisi che non ragionano e si prostrano alla olo-religione di stato.La cosa più assurda è che se soltanto qualcuno prova a dissentire viene tacciato di nazismo.In italia oggi fanno credere che il sistema democratico proposto sia meglio delle dittature,così aumentano tasse e lavoro precario con la scusa “almeno non è dittatura” e la nomenklatura parlamentare e statale fa soldi.Il vero genocidio è stato quello perpretrato dal regime comunista sovietico,regime creato dai finanziamente ebrei americani per far arretrare l’europa.Il regime sovietico non fu altro che un regime capitalista a tutti gli effetti dove l’unico azionista era lo stato e dove la nomenklatura viveva benissimo cioè l’elite.Nel 1989 hanno pensato bene di far sparire tutto ed inglobarsi nel libero mercato come se nulla fosse creando manodopera a basso costo.Questo la massoneria e l’alta finanza ebraica lo aveva già organizzato decenni prima,alcunoi studi si riferiscono già dai primi anni70′.Hanno allungato ulteriormente per far si che la guerra fasci-antifasci durasse all’infinito,basta vedere in Italia negli anni 70′.

    Rispondi
  1. Hugo Chavez muore nella Giornata dei Giusti | NeoRepubblica Kaotica di Torriglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: