Contro le minacce nucleari della Corea del Nord, l’Occidente risponde con il Gangnam Style


Psy

Psy

Kim Jong-un

Kim Jong-un

Mentre la Corea del Nord minaccia guerra e massacri nucleari grazie all’arroganza di Kim Jong-un (secondo noi, come già detto, un bluff che potrebbe spingersi al lancio di missili non nucleari), l’Occidente, in perfetta sincronia, risponde con il nuovo preteso tormentone del sudcoreano Psy, alias Park Jae-sang. Rispetto a Gangnam Style, il nuovo brano (chiamiamolo così) Gentleman, si spinge furbescamente più verso la techno e quell’electropop che tanto funziona sulle piste delle discoteche. Cantata in coreano con il ritornello in inglese, è piena di giochi di parole degni del livello culturale, tipo: «I am a party mafia!»; «I am a mother father gentleman»; «Gonna make you sweat».
La Corea mette in scena quindi il confronto tra due modelli culturali opposti, l’orgoglio apologetico nazional-militare da un lato e l’esaltazione del divertimento non-sense dall’altro. Kim Jong-un unisce l’orgoglio di un Paese povero (in perenne crisi economica che confina con uno dei Paesi con il più alto tasso di crescita economica al mondo) con la retorica guerrafondaia del machismo militarista. Ma Psy non fa da meno, fondendo la cultura del colletto bianco (il gentleman, appunto) con quella del divertimento fuori dagli schemi che trae le proprie origini dai rave, che altro non sono che la riproposizione della festa tribale sciamanica (con guru-dj, balli dissennati e pozioni stupefacenti) in chiave tecnologica (e, in questo caso, svuotata della propria valenza anticonformista). In entrambi i casi siamo in presenza del tentativo di fondere tra di loro due culture, due visioni, che spesso sono opposte.
Se apparentemente è facile schierarsi per il secondo, viene da chiedersi se siano questi i valori fondamentali dell’Occidente, ovvero delle società liberali capitalistiche: la dedizione alla multinazionale, divinazione del capitalismo, intervallata dal rito tribale postmoderno, sottratto della propria essenza sovversiva e ridotto a un balletto da scimpanzé (senza offesa per i nostri vicini di Dna).
Sinceramente non mi sento parte né del modello culturale della Corea del Nord, né di quello del Sud, ma non nascondo che mi piacerebbe vedere tutti i gangnamstylisti del mondo far parte delle fila del rigido esercito nordcoreano, almeno per un po’, e vedere chi sono i veri irresponsabili.

Annunci
Lascia un commento

1 Commento

  1. La Corea del Sud in mano a una sciamana della Samsung | NAZIONE OSCURA CAOTICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: