Salvate il soldato B


Giusto per far sapere agli italiani cosa c’è veramente sotto il comportamento politico dei loro governanti. Si tratta di ragionamenti puramenti politici, super partes, mi pare giusto che la gente sia informata, poi uno è liberissimo di avere la propria opinione ed essere d’accordo sul “salvataggio” di Berlusconi, ma è bene che sappia i motivi e i contromotivi.
Si tratta di un estratto di un articolo di Lucia Annunziata, che ringraziamo:

“Il sistema, cioè quell’insieme di equilibri di potere che si erge in questo momento a garante della stabilità italiana, pensa che sia necessario “salvare” dalla condanna Silvio Berlusconi.
1) Silvio Berlusconi non è Bettino Craxi. Il leader socialista era un prodotto tutto interno alla politica. Craxi aveva molte doti necessarie a capire come muovere il sistema, ma poca “piazza”. E soprattutto poco “retroterra”. Il suo era un partito che faceva da vaso di coccio tra i vasi di ferro di due organizzazioni inchiavardate nella tensione della Guerra Fredda, la Dc e il Pci. La vicenda Craxi si svolge proprio sulla faglia di scongelamento di questo conflitto, e ne viene per molti versi assorbito come parte di un rimescolamento delle carte nell’intero mondo di allora.
Silvio Berlusconi invece è un leader che ha governato per buona parte di venti anni, non certo come prodotto della “politica”, anzi rovesciando al suo interno la capacità di interpretare idee e bisogni popolari, oltre ai suoi interessi personali. Il suo partito, oggi in crisi, ha ancora un consenso che ammonta a un quarto dell’elettorato, ed è un consenso capace di scendere in piazza. Appoggiato inoltre, come ben sappiamo, da una sistema robusto di Tv e altri media. Cosa che Craxi non ha mai nemmeno sognato. Insomma, “estrarre” Silvio dalla Politica oggi è operazione potenzialmente molto più devastante di quella mirata su Bettino.
2) Silvio Berlusconi non è solo un politico potente, ma, come abbiamo appena ricordato, è anche un potente imprenditore: uno degli uomini più ricchi del paese. E non vanno sottovalutate le inquietudini e le paure che una eventuale condanna muoverebbe fra i suoi pari.
3) Silvio Berlusconi, e anche qui va fatto un paragone, ha una collocazione internazionale molto più solida di quella che aveva Craxi.
Una eventuale condanna avrebbe un impatto sul tessuto politico italiano e internazionale molto serio. Sicuramente più grave di quello avuto dall’abbandono di Bettino Craxi. Invelenirebbe il panorama italiano, acuendone lo scontro interno. Imbarazzerebbe in via ufficiale (anche se a molti di loro in privato farebbero spallucce) i leaders occidentali, essi stessi messi sotto pressione da contestazioni, ed errori, in una crisi difficile da governare. La prima vittima – continua il ragionamento – sarebbe di nuovo la reputazione italiana, mostrando un paese più diviso che mai, dalla incerta governabilità.”
Lucia Annunziata

Quindi niente Hammammet per Berlusconi, ma un sacco di italiani felici di essere furbi e l’altro sacco (un po’ più grosso) di incazzati.
Questo NON è il mio Paese, che NON mi rappresenta e NON mi ascolta (nemmeno alle urne).
Lukha B. Kremo

Annunci
Lascia un commento

1 Commento

  1. il cosidetto sistema politico che è emanazione di una ideologia economica, salvando una parte di sè stesso, berlusconi, vuole salvarsi esso stesso….il cosidetto sistema democratico mostra e svela sempre di più la sua faccia autoritaria-assolutista ed il suo essere UNO,EPPURE CON MOLTE FACCE AL SUO INTERNO :BERLUSCONI,GRILLO, MONTI,LETTA ECC…..

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: