Il Vaticano decide di riconoscere la Palestina


Al termine di una riunione tra le delegazioni palestinese e vaticana, è stata raggiunta l’Intesa di un testo di prossima firma riguardante un accorgo globale tra lo Stato vaticano e le autorità palestinesi. Al centro il riconoscimento dello Stato di Palestina. “Le parti hanno concordato che il lavoro della commissione sul testo dell’accordo è stato concluso”, si legge in un comunicato congiunto, “e che l’accordo sarà sottoposto alle rispettive autorità per l’approvazione prima di fissare una data nel prossimo futuro per la firma”.
A breve Abu Mazen sarà in visita in Vaticano da papa Francesco.

Annunci
Lascia un commento

3 commenti

  1. sottomissione a cui gli ebrei e i cattolici non sono certo immuni…..ma forse è proprio questo sentirsi protetti ed prescelti da una entità aliena potente (forse sarà già morta o delle vicende dei suoi sottomessi non gli importa nulla) oltre che scissioni schizoidi interiori-coscienziali ( la religione causa proprio questo tipo di malattia psichica, dato che scinde l’unità della coscienza in due, male e bene, buoni e cattivi, dio e il dia-volo, ecc. vedi nietzsche) a causare la loro violenza paranoica……..i cattolici in passato docet……la loro comunque come ogni forza distruttiva esterna, è una forza auto-distruttiva, come un sadico è anche sempre un masochista….la non paura della morte fisica è la loro principale forza, sintomo di uno squilibrio mentale che dimostra tra l’altro che il l’istinto auto-conservativo può essere anche annullato……natura è cultura (religiosa) in questo caso è vero.

    Rispondi
  2. Sì, e aggiungerei una suggestione tratta dall’ultimo libro di houellebecq, in cui c’è l’interessante teoria che l’Islam, in quanto “sottomissione a Dio” (questo infatti è il significato della parola Islam), trae la sua forza proprio dal fatto di vivere in sottomissione, la sottomissione costituisce la forza culturale, la forza psichica e quindi politica che rende l’Islam così potente da conquistare l’Europa.

    Rispondi
  3. in fondo le tre religioni monoteiste,sono tutte figlie genetiche di uno stesso signore, tra l’altro abbastanza isterico ed autoritario…..gli arabi si inginocchiano tre volte al giorno in direzione del loro dio che splende ed illumina il mondo dal cielo, i cristiani lo adorano in forma sferica bianca come la luce, e lo inghiottono anche, gli ebrei lo definivano ELì (os) per gli arabi era EL(ios) ADONAY-GEOVA -ADONE -GIOVE . PER I GRECI per i cristiani , ultimi arrivati, è JESOU….tra l’altro, il capovolgimento della parola sole, è ELOS-ELIOS, in lingua francese SOLEIL- EL-SOLE-ELIOS TRASLITTERATO…..nel linguaggio della umanità terrestre è celata la nostra storia concreta non astratta come molti studiosi invece credono…come persone concrete erano gli dei che gli ebrei rifocillavano nel tempio di gerusalemme,.con le loro offerte di cibo.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: