Tutti contro tutti (cronaca di un luglio nero)


2016
29 giugno Istambul, terroristi sparano sulla folla all’aeroporto di Ataturk, prima di farsi esplodere, 42 morti.
1 luglio Dacca, sette terroristi islamici aprono il fuoco all’interno di un ristorante uccidendo 20 persone.
3 luglio Baghdad, due auto-bombe dell’IS uccidono più di 200 persone, tra cui 25 bambini.
8 luglio Dallas, sparatoria di un riservista afroamericano contro la Polizia Usa: 5 agenti uccisi.
14 luglio Nizza, uno squilibrato con contatti telematici con l’IS s’impadronisce di un TIR, passa gli scarsi controlli della Polizia Francese e investe decine di persone, uccidendone almeno 84.
15 luglio Turchia, l’esercito occupa le sedi della TV nazionale e blocca i ponti sul Bosforo dichiarando il golpe. Poche ore dopo il golpe fallisce. Morte circa 290 persone.
17 luglio Baton Rouge, un afroamericano spara contro la Polizia Usa: 3 agenti morti.
20 luglio Wurzburg, ragazzo rifugiato afghano ferisce 5 persone su un
treno dichiarandosi soldato dell’IS.
22 luglio Monaco di Baviera, un ragazzo tedesco di origini iraniane (ex islamico convertitosi al Cristianesimo, di ispirazione nazista) spara sulla folla in un centro commerciale causando 10 morti, scegliendo l’anniversario della strage di Anders Breivik, il folle d’ispirazione nazista che nel 2011 ammazzò in Norvegia 77 persone.
23 luglio Kabul, kamikaze si fa esplodere in un corteo: 80 morti.
24 luglio Un rifugiato uccide una donna con un machete nel centro di Reutlingen, città tedesca del Baden-Württemberg.
24 luglio Ansbach, rifugiato siriano si fa esplodere, provocando 15 feriti.
25 luglio Dintorni di Tokyo, uomo fa strage con un coltello, uccidendo 19 persone disabili.
26 luglio Saint-Etienne-du-Rouvray, nei pressi di Rouen, terroristi islamici prendono in ostaggio alcune persone in una chiesa: il prete viene sgozzato.

Lascia un commento

2 commenti

  1. ferdinando sorbo

     /  29 luglio 2016

    La casualità non esiste. Essa è figlia del nostro limitato sapere, se riuscissimo a seguire il percorso di tutti gli eventi scopriremmo le loro interrelazioni. Quindi questa è quasi sicuramente un Grand Guignol programmato da tempo……..per alcuni di essi, per esempio attraverso tecniche di ipnosi descritte già in un conosciuto film degli anni “70 se non sbaglio: è noto che le fiction anticipino alcune, o prevedono, fatti ed eventi reali passati o futuri. La verità è terribile, gli Stati-Nazioni sono delle organizzazioni criminali, per le quali la vita dei loro concittadini non ha nessun valore, sono solo strumenti da utilizzare per i loro fini neanche più tanto segreti ormai. Ai Demoni governanti occidentali è caduta la maschera, da tempo, mostrando il loro viso irridente, cinico, che nulla teme, perchè loro sono la legge dei buoni d’Occidente, il Principe ipocrita del fine giustifica i mezzi, della morte dell’Etica , fatta passare per democrazia e libertà, e nemmeno un Dio ci potrà salvare, perchè il Dio storico alieno è con loro, infatti le apparizioni della madonna sono proiettate su schermi di pixel che usano il sistema di trasmissione e codifica dei segnali televisivi N.T.S.C. cioè quello U.S.A. come si evince da un libro divenuto addirittura un Oscar Mondadori : B.M.V. BEATA VERGINE MARIA, le manifestazioni mariane in una nuova luce, di Corrado Malanga da solo,e l’altro con Roberto.Pinotti, Che fare? si sarebbe chiesto Lenin oggi, tra l’altro anche la rivoluzione d’ottobre fu aiutata dalla Massoneria, è ormai accertato, come è chiaro, il loro è un procedere duale, per opposti, sinistra comunista–destra nazista, infine arriva il salvatore-liberatore statunitense.Oggi al Comunismo è stato sostituito il nemico I.S.I.S. da loro creato. Un liberatore-salvatore senza nemico non può sussistere. In realtà un nemico Comunista esiste oggi ed è la Cina, ma oggi è troppo potente sia finanziariamente che militarmente: un esercito di milioni di soldati, ed missili nucleari, fa paura anche a Babilonia la Grande. Allora che fare? nulla, perchè le cosi dette masse sono state da tempo cooptate nel capitalismo commerciale ed barbaro, affamatore, impotenti anche a pensare una ribellione vera e non posticcia alla Beppe Grillo e Casaleggio, delle masse di cittadini ormai paralizzate, le quali in t.v. però sognano di camminare, vedi lo spettacolo della politica e della denuncia messo in onda da trasmissioni come la gabbia, d’altronde viviamo in una società dello spettacolo di Debordiana memoria : alle masse di paralitici sociali-politici viene lasciato almeno l’appagamento della denuncia virtuale della loro situazione, applaudendo anche a ciò. Come scriveva Adorno, già negli anni passati, ai prigionieri di un enorme campo di concentramento, viene lasciata la soddisfazione di musicare e spettacolizzare la loro pseudo libertà. Il tutto forse condito con emanazioni di onde Alfa e Theta da velivoli di varia tipologia, dall’alto, che rasserenano e tranquillizzano la gente. Il futuro è già qui recitano da molte parti, certo ma non è ciò che forse desideravamo.

    Rispondi
  1. Tutti contro tutti (cronaca di un luglio nero) | l'eta' della innocenza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: