E la protesta ha vinto! (quelli dei Sioux non nella disperata Italia)


La vittoria, dopo un braccio di ferro durato sei mesi, è arrivata di domenica sera: improvvisa, insperata, apparentemente totale. Incerto per mesi sul da farsi davanti alla protesta delle tribù indiane e degli ambientalisti che bloccano fin dalla tarda primavera il passaggio dell’oleodotto Dakota Access sotto il letto del fiume Missouri e del lago Ohae vicino alla riserva dei Sioux della tribù di Standing Rock, il corpo degli «Engineers» dell’Esercito Usa, praticamento il genio militare, ha deciso di non autorizzare la costruzione di questo controverso tratto dell’opera.

Advertisements
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: