Risultato scontato in Iran, l’ultraconservatore Ebrahim Raisi


Le elezioni presidenziali in Iran sono state vinte da Ebrahim Raisi, attualmente capo del sistema giudiziario dell’Iran ed espressione degli ultraconservatori, ottenendo 17,8 milioni di preferenze, il 62% del totale.

La vittoria di Raisi era scontata, soprattutto dopo che il Consiglio dei Guardiani, l’organo che si occupa arbitrariamente di selezionare i candidati prima di ogni elezione, molto vicino ai conservatori e agli ultraconservatori, aveva escluso i più importanti politici riformisti e moderati che avevano chiesto di far parte delle liste dei candidati, fra cui soprattutto il vice del presidente uscente Hassan Rouhani, Eshaq Jahangiri.

Le esclusioni dei candidati moderati sono l’ultima conseguenza di un processo politico in atto in Iran, iniziato con la decisione presa nel 2018 dall’allora presidente statunitense Donald Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo che impegnava l’Iran all’uso esclusivamente civile dell’energia nucleare, di fatto affossandolo.

I danni a livello internazionali dell’ex presidente, a quanto pare si faranno sentire per molti anni, in ogni campo, a dispetto di chi sosteneva che avesse fatto cose utili all’assetto politico internazionale.

Summit Bide-Putin, prove di dialogo


Si è concluso dopo circa 4 ore il summit tra i presidenti statunistense e russo. Il vertice è definito costruttivo, ma restano le divergenze. Biden: “La mia agenda non è contro la Russia, è per gli americani’. Putin: “Biden è diverso da Trump ed è uno statista esperto”. Tra i temi discussi: il rientro degli ambasciatori, i trattati sulle armi, la cybersecurity, l’Ucraina e lo scambio di detenuti.

Bitcoin moneta a corso legale in El Salvador


Il Parlamento di El Salvador ha approvato la legge sul bitcoin, da cui si evince che bitcoin nel Paese avrà anche corso forzoso, visto che in questo testo è esplicitato che tutti gli “agenti economici” sono obbligati ad accettare bitcoin come mezzo di pagamento. Il promotore è il presidente Nayib Bukel, capo della maggioranza.

El Salvador non ha una sua moneta nazionale, perchè il suo Colón salvadoregno (SVC) ormai è fuori corso. Per ora stanno utilizzando il dollaro USA, ma con questa nuova legge verrà di fatto affiancato il Bitcoin.

Il capo di Boko Haram suicidato per evitare la cattura dell’Isis africana


Abubakar Shekau, capo della formazione terrorista islamica Boko Haram, che opera in Africa, è morto probabilmente a causa di un suicidio, il 20 maggio scorso per evitare la cattura da parte dell’ISWAP (Islamic State West Africa Province) che non ne riconosceva più l’autorità. Probabilmente si è ucciso con una cintura esplosiva insiema Bako Gorgore, già leader del governatorato di Timbuktu dell’Iswap. A questo punto la sorte di Boko Haram sembra segnata, perché la zona strategica ella foresta di Sambisa nello stato di Borno, in Nigeria passa sotto il controllo dell’Isis.

Almeno 132 uccisi in un attacco in Burkina Faso


Almeno 132 civili sono stati uccisi in un attacco armato nel nord del Burkina Faso, vicino al confine con il Niger. L’attacco è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato nel villaggio di Solhan. Per ora nessun gruppo armato lo ha rivendicato. Il Burkina Faso, fino a non molto tempo fa, era uno dei paesi più stabili dell’Africa occidentale, ora sono in aumento gli attacchi da parte di diversi gruppi radicali islamisti.

E’ l’attacco più grave in Africa dal 2015. Il governo ha dichiarato un lutto nazionale di 72 ore.

La Cina fa land grabbing in Europa?


Nel 2014 quando il Montenegro firmò un accordo con la banca cinese ExIm per finanziare l’85% del costo dell’autostrada con un prestito per quasi un miliardo di dollari. La prima sezione di 41 chilometri, un quarto della lunghezza totale, è costata 20 milioni di euro al chilometro, rendendola una delle autostrade più care al mondo secondo quanto ha spiegato al Financial Times il ministro delle Finanze, Milojko Spajic.

Ora, il Montenegro deve ripagare alla Cina il prestito a opera della China Road and Bridge Corporation. Il piccolo Stato dei Balcani occidentali con un’economia fortemente provata (con la pandemia il Pil è crollato del 15%), chiede aiuto all’Unione europea per poter uscire dal cappio di Pechino che rischia di scattare a luglio. Ma Da Bruxelles è già arrivato un secco no.

Pechino detiene un quarto del debito pubblico del piccolo Stato dei Balcani. In caso d’insolvenza, i termini del contratto danno a Pechino il diritto di accedere alla terra montenegrina come garanzia

Israele: Governo di Unità Nazionale, fuori Netanyahu


L’ex alleato Naftali Bennett trova l’intesa con Yair Lapid, che guida l’opposizione centrista Yesh Atid. Benjamin Netanyahu non sarà più alla guida del governo israeliano a più di 12 anni dal primo incarico da primo ministro.

La Bielorussia dirotta un aereo per arrestare un dissidente


Roman Protasevich, un attivista sospettato di coinvolgimento in attività terroristiche da parte delle autorità bielorusse e il cui canale su Telegram “Nexta”, è stato arrestato. Il suo volo Ryan Air da Atene a Vilnius, è stato dirottato ed è stato costretto ad atterrare a Minsk da un Mig-29, a causa di un “allarme bomba”, rivelatosi poi un falso. Il ministero degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha convocato l’incaricato d’affari bielorusso e ha chiesto il rilascio immediato di tutti i passeggeri e dell’equipaggio trattenuto all’aeroporto di Minsk.

L’UE sta valutando sanzioni contro la Bielorussia e la chiusura dello spazio aereo bielorusso, da alcune compagnie aeree già attuato.

Ma questa pratica non è nuova anche da parte di altre nazioni: la Turchia costrinse all’atterraggio ad Ankara un aereo passeggeri siriano sospettato di trasportare armi. Allo stesso modo l’Ucraina fece atterrare a Kiev un Boeing bielorusso con a bordo l’esponente anti-Maidan Armen Martirosyan, con la minaccia di caccia militari fatti decollare per dirottare il volo e costringerlo all’atterraggio. Accadde anche al volo presidenziale che trasportava l’allora presidente boliviano Evo Morales. Il suo volo fu costretto ad atterrare in Austria dopo che Francia e Portogallo avevano negato l’autorizzazione a passare nel loro spazio aereo. Ci furono forti pressioni degli Stati Uniti perché sospettavano che a bordo volasse insieme a Morales il whistleblower statunitense Edward Snowden. 

Israele continua a bombardare Gaza. Razzi dal Libano


Il premier Benyamin Netanyahu ha detto di essere determinato ad andare avanti con l’operazione. Un convoglio di aiuti umanitari giordani destinato all’ospedale giordano di Gaza non ha potuto entrare oggi nella Striscia perchè il valico di Kerem Shalom da cui doveva transitare è stato oggetto di un attacco di mortai palestinesi. La Casa Bianca ha reso noto che il presidente Usa Joe Biden ha parlato oggi con il premier israeliano Netanyahu esprimendogli la sua volontà di arrivare al cessate il fuoco. Intanto le sirene di allarme antimissili stanno risuonando nel nord di Israele, nella zona compresa tra Haifa e il Libano.

A Gaza più di 100 morti, pronta l’invasione di Israele


I razzi lanciati dai territori palestinesi sono più di un migliaio, quasi tutti intercettati dal sistema di difesa Iron Drone. Israele ha risposto con centinaia di attacchi aerei e Netanyahu esclude il cessate il fuoco. Strage in un villaggio della Striscia. Oltre 100i morti dall’inizio degli scontri.

Israele ha richiamato altri 9mila riservisti, con il totale che sale così a 16mila, e sono state bloccate tutte le licenze. SI prepara l’invasione via Terra nella Striscia di Gaza.

Bombe tra Hamas e Israele


Hamas ha inasprito gli attacchi contro Israele lanciando una grande salva di razzi (circa 40) verso Ashdod, circa 40 chilometri a nord di Gaza, comereazione ai disordini della Spianata delle Moschee. Israele ha reagito bombardando alcuni obiettivi palestinesi e sono rimaste uccise 28 persone e dferite 152 feriti. Successivamente Hamas ha lanciato 130 razzi contro Tel Aviv, chiuso l’aeroporto.

Gerusalemme: ancora scontri alla Spianata delle Moschee


Nuovi incidenti tra manifestanti palestinesi e polizia israeliana in corso sulla Spianata delle Moschee, a Gerusalemme. Da parte dei manifestanti ci sono stati lanci di pietre mentre gli agenti hanno risposto con granate assordanti. Si parla di 215 feriti.

Colombia: 24 morti nelel proteste contro il Governo


In questi giorni in Colombia è in corso una vera e propria strage a seguito dell’intervento delle forze speciali di polizia (Esmad) e dell’esercito contro le manifestazioni contro il governo del presidente Iván Duque Márquez, a causa è statadelal sua decisione di proporre una riforma fiscale di netto stampo liberista, che compisce soprattutto chi ha di meno, allegegrendo le tradizionali oligarchie colombiane e dei nuovi ricchi tra cui anche narcos, in un Paese che produce oltre il 90% della cocaina mondiale.

Spagna: la Destra vince le elezioni e Pablo Iglesias lascia la politica


Alle elezioni di Madrid ha vinto la destra, e vede il tonfo del leader di Podemos Pablo Iglesias, che ha ricevuto solo il 7,2%. Invece per la presidente uscente Isabel Díaz Ayuso è stato un trionfo. Le prime elezioni post-Covid sono sicuraemnte un segnale per il resto d’Europa. Pablo Iglesias ha dichiarato di voler lasciare la politica.

La Corea del Nord minaccia l’Onu: “Schiavi degli Usa, gravi conseguenze


Da Pyongyang arriva l’avvertimento al Consiglio di Sicurezza dell’Onu, sostenendo che usa due pesi e due misure e che questo avrà “conseguenze molto gravi”. Il messaggio è arrivato attraverso un comunicato firmato dal direttore generale del dipartimento organizzazioni internazionali del Ministero degli Esteri, Jo Chol Su, divulgato dall’agenzia di stampa nordcoreana Kcna.

La Nazione Oscura Caotica s’iscrive alla Superlega di calcio


Dopo la prposta di una Superlega europea di Calcio con 15 superclub e le seguenti rinunce dei club inglesi, di quelli spagnoli e di Inter e Milan, la Nazione Oscura Caotica Calcio chiede l’iscrizione alla Superlega, sperando di vincere o, almeno, di arrivare seconda.

Proposta di legge contro l’alienofobia e il terrestrismo


Lukha B. Kremo ha proposto un disegno di legge alla Nazione Oscura Caotica che prevede di punire la discriminazione e l’incitamento all’odio terrestrista contro tutte le forme di vita aliene. Sarebbe il primo caso al mondo.

Ucraina, risale la tensione con la Russia


La Russia vede una possibile minaccia di ripresa di una guerra civile in Ucraina. “Siamo davanti ad atti provocatori lungo la linea di contatto” sostiene il Cremlino. Il premier ucraino Volodymyr Zelensky ha visitato il Donbass e ha detto che l’adesione del paese alla Nato avrebbe presumibilmente aiutato a porre fine al conflitto nella regione. Fraze che Mosca ha letto come provocazione. Gli Stati Uniti hanno inviato due navi militari nel Mar Nero.

Giordania, arresti a corte per un presunto complotto


In queste ore sarebbero stati arrestati Bassem Awadallah, ex ministro delle Finanze, un altro membro della famiglia reale e una ventina di persone. Ai domiciliari l’ex principe ereditario, e fratellastro del sovrano, Hamza bin Hussein, che in un video conferma. La polizia segreta giordana si sarebbe presentata davanti alla sua villa e gli avrebbe imposto di rimanerci assieme alla moglie Basmah.

Myanmar: l’esercito festeggia con una carneficina


Oggi si contano almeno 91 morti tra i manifestanti, e tra questi anche almeno due bambini, di 5 e 13 anni. I manifestanti sono scesi in piazza a Yangon, Lashio, Mandalay, Kyaukpadaung e Kyeikhto. Le vittime complessive della repressione hanno superato quota 400, tra le migliaia di civili che ormai da quasi due mesi manifestano sfidando la repressione della giunta militare..

La Corea del Nord lancia due missili nel amr del Giappone


La Corea del Nord ha lanciato nella notte due missili balistici nel mar del Giappone. Lo ha comunicato il governo nipponico, spiegando che il test di due proiettili non identificatì è avvenuto poco dopo le 7 del mattino ora locale (la scorsa mezzanotte in Italia). I missili sono atterrati in acqua, poco fuori la zona economica esclusiva di Tokyo.

Mozambico: bambini decapitati davanti alle madri da terroristi islamici


Bambini decapitati davanti agli occhi dei genitori. Succede nella provincia settentrionale di Cabo Delgado, in Mozambico. Non è la prima volta che emergono notizie di civili decapitati dai militanti islamici in Mozambico. Lo scorso novembre, media locali riportano la notizia di oltre 50 persona decapitate su un campo da calcio a Cabo Delgado.

Alexey Navalny: “Sono in un centro di concentramento”


“Devo ammettere che il sistema carcerario russo è riuscito a sorprendermi. Non potevo immaginare che fosse possibile organizzare un vero campo di concentramento a 100 chilometri da Mosca” sono le parole dell’oppositore su Instagram, dove è stata pubblicata una sua foto col cranio rasato.

Esposione in Guinea Equatoriale in base militare a Bata: almeno 20 morti


20 morti e 500 feriti il bilancio, ancora provvisorio, delle esplosioni che hanno scosso una base militare di Nkoa Ntoma a Bata, nella Guinea Equatoriale, con persone – compresi bambini – estratte dalle macerie. Il Presidente Teodoro Obiang Nguema ha ordinato un’inchiesta, per il momento si parla di un incidente, ma non si escludono altre ipotesi.

Il papa in Irak


Papa Francesco in Irak incontra a Qaraqosh la comunità cristiana che nel 2014 fu scacciata via dall’Isis, in precedenza è stato a Mosul, dove ha pregato per le vittime della guerra e dei conflitti armati. Infine ha recitato la messa nello stdio di Arbil.

Birmania: militari sparano sulla folla


Tre manifestanti sono in condizioni critiche dopo essere stati colpiti da proiettili sparati dalle forze dell’ordine sulla folla durante le proteste di ieri contro il colpo di stato militare, mentre negli ultimi giorni diversi giornalisti sono stati arrestati.

L’ambasciatore birmano all’Onu, Kyaw Moe Tun, critica il golpe e viene licenziato


I militari al potere in Myanmar hanno licenziato l’ambasciatore all’Onu, Kyaw Moe Tun, dopo il discorso tenuto davanti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nel quale ha esortato la comunità internazionale a usare ogni mezzo necessario per contrastare  i militari e contribuire a ripristinare la democrazia.

Il governo militare lo ha licenziato accusandolo di aver tradito il Paese e di aver parlato a nome del governo destituito, che non lo rappresenta.

Omicidio Khashoggi, Killer arrivati a Istanbul su aerei del principe saudita Mohammad bin Salman


La Cnn riporta che i due aerei usati dai killer del giornalista saudita Jamal Khashoggi per arrivare a Istanbul appartengono al sovrano di Riad, Mohammad bin Salman. Come per gli strani casi russi del veleno, non basta la pistola fumante per incolpare persone troppo potenti.

Ucciso ambasciatore italiano in Congo in un attacco al convoglio dell’Onu


L’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, è morto insieme a un militare dell’Arma dei Carabinieri e una terza vittima, forse locale, lunedì, intorno alle 9 italiane, a Goma, in Congo, a causa di un attacco di arma da fuoco al convoglio Onu.

Decine di studenti rapiti in Nigeria


Quarantadue persone, di cui 27 studenti, sono state rapite in un attacco di uomini armati che indossavano uniformi dell’esercito nel College statale di Scienze a Kagara, nello Stato del Niger. Lo ha comunicato Muhammad Sani Idriss, portavoce del governo dello Stato nigeriano del Niger.

*** Hic non sunt dracones


NAZIONE OSCVRA CAOTICA

GOVERNO OSCVRO

QVESITO XLIII

giorno 25 piovoso 140

* Approvate o non approvate il Governo Draghi in Italia?

Il Governo Oscuro ha votato così:

Commento: Il Governo Oscuro non approva il Governo Draghi in Italia

Il Governo Oscuro  rifiuta di credere nel Governo Draghi, anche se l’astensione rimane alta. Il “no” è abbastanza netto, ma forse si spera che un governo che certamente va in direzione contraria ai propri principi possa comunque essere migliore, in circostanze di emergenza, di un governo poco capace e con scarsa esperienza.

Meme-swarm e Microtrading, di Franco “Bifo” Berardi


Traduciamo un articolo di Franco “Bifo” Berardi, apparso il 4 febbraio 2021 su “Ill Will“, che ringraziamo: qui il link dell’originale in inglese.

Con l’inizio del secondo anno dell’Era della Pandemia, la battaglia finale tra l’umanità e il capitalismo sfrenato sta diventando brutta: il cappio si sta stringendo intorno al nostro collo.

La privatizzazione di tutto è stata la tendenza generale degli ultimi quarant’anni. L’11 settembre 1973, un assassino nazista sostenuto da Henry Kissinger rovesciò Salvador Allende e prese il potere in Cile, uccidendo trentamila militanti di sinistra. Da allora, l’economia è stata sottomessa ai sostenitori di Chicago della ricerca illimitata del profitto, con il suo programmatico taglio dei salari dei lavoratori. Così iniziò l’era duratura del Neoliberalismo, premessa della dottrina hitleriana della selezione naturale.

Nel primo mese dell’Anno 2 dell’Era della Pandemia, la Silicon Valley mette in scena il suo colpo finale: il Presidente degli Stati Uniti d’America (lo stesso che Dorsey e Zuckerberg avevano servito quando era un vincitore) viene privato del suo diritto di parola.

Lo stesso mese, Big Pharma prende il controllo della vita della maggior parte della specie umana, riaffermando il privilegio coloniale della razza bianca di predatori sul Sud globale: il nazionalismo dei vaccini annuncia la sua intenzione di frantumare completamente un ordine geopolitico già traballante.

I segni del caos sono ovunque: una democrazia liberale in dissolvenza è incapace di fermare la diffusione della guerra civile globale a bassa intensità tra le sue identità conflittuali.

Più recentemente, una nuova sequenza caotica è emersa nel campo della finanza, mostrando segni di diventare potenzialmente un fattore permanente di instabilità.

Genesi dello sciame

Se sono particolarmente interessato al lavoro dell’artista di Barcellona Max Esteban, è perché, oltre al suo lavoro come artista, ha un MBA dell’Università di Stanford, un dottorato in Economia e Commercio, ed è un esperto in questioni di finanza. Esteban sta attualmente lavorando a un progetto di critica visiva della follia finanziaria che sta infettando la mente contemporanea.

Twenty Red Lights (un video collegato a tre serie di venti foto ciascuna) è un tentativo di visualizzare sia le dinamiche finanziarie che gli effetti che il loro dominio ha prodotto a livello della vita quotidiana e dell’immaginario sociale: effetti di panico, aggressività e cinismo. Entrando nello spazio della mostra ci si trova di fronte a tre fotografie: edifici aziendali oscurati, finestre di banche fiocamente illuminate di notte. Nero, bianco, grigio, un tocco di blu e numeri rossi di tredici cifre. Codici bancari, password, crittografie, proliferazione di segni senza senso: mutismo e codice. Rumore accelerato, aumento della pressione sanguigna, empatia disattivata.

A Forest, il progetto che Esteban sta sviluppando ora, è un’indagine video sull’intelligenza artificiale e la natura della realtà: le immagini sono reali? la voce è reale? la nostra vita è reale? La simulazione semiotica ha trasformato profondamente la nostra percezione della realtà, e la finanza è un gioco basato sulla simulazione semiotica. Capire le regole del gioco finanziario è impossibile, perché queste regole cambiano continuamente. Non sono regole naturali, ma l’effetto di una negoziazione senza fine: una proiezione linguistica che si basa sul potere.

Il potere è essenzialmente definito come l’imposizione di regole di scambio (linguistico). In effetti, il denaro e il linguaggio hanno qualcosa in comune: entrambi non sono nulla, eppure muovono tutto. Il denaro è un segno senza significato. Il significato è definito dalla potenza dell’atto linguistico, e imposto dalla forza del soggetto dell’enunciazione.

Negli ultimi vent’anni Christian Marazzi ha ripetutamente affermato che l’accumulazione del capitale è sempre più un effetto del linguaggio. In Capitale e linguaggio, Marazzi spiega che la volatilità dei mercati finanziari non va attribuita alla discrepanza tra l’economia monetaria-finanziaria e l'”economia reale” (beni materiali prodotti e scambiati). La distinzione tra economia reale e monetaria è scomparsa nel 1971 quando Nixon ha cancellato la convertibilità del dollaro americano, rompendo così il legame tra denaro e realtà. O meglio, stabilendo un nuovo ordine della cosiddetta realtà.

L’atto di Nixon svelò bruscamente la natura semiotica del denaro, aprendo la strada al libero rapporto fluttuante tra segno e significato. Da quel momento, la distinzione tra “economia reale” ed economia monetaria è venuta meno: volatilità dei mercati finanziari e smaterializzazione (o meglio, mentalizzazione) del lavoro non sono che due facce della stessa medaglia. Dopo il 1971, il mercato finanziario ha cessato di essere una rappresentazione dell’economia “reale”, o un supporto monetario per i bisogni degli investitori “reali”. La Borsa si è trasformata in una fabbrica che crea denaro dal nulla, che scambia nulla con nulla, mentre genera effetti reali nella distribuzione sociale della ricchezza. Il concetto stesso di “realtà” a quel punto è diventato fragile e incerto e la relazione tra significante e significato ha cominciato a galleggiare:

“Il capitale non appartiene più all’ordine dell’economia politica: opera con l’economia politica come suo modello simulato… Il principio di realtà corrispondeva a un certo stadio della legge del valore. Oggi tutto il sistema è sommerso dall’indeterminazione, e ogni realtà è assorbita dall’iperrealtà del codice e della simulazione. Il principio di simulazione ci governa ora, piuttosto che il superato principio di realtà” (Jean Baudrillard)

Qual è il fattore decisivo in un regime di valori fluttuanti? Chi decide il prezzo di un bene? Chi decide il significato di un enunciato quando la relazione tra significante e significato è aleatoria? La risposta è: la forza.

Da quando il regime fisso di scambiabilità tra significante e significato è stato cancellato e sostituito da un regime di attribuzione fluttuante del significato, la logica del mercato finanziario (e del mercato in generale) è stata la violenza: la violenta affermazione della supremazia.

Il crollo finanziario del 2008 è stato l’effetto di un’accumulazione di atti di simulazione monetaria – derivati, credit default swap e, su scala più ampia, deficit e debito. All’improvviso la costruzione simulata è crollata e la società è stata costretta a pagare il conto: impoverimento, precarietà del lavoro, privatizzazione dei servizi pubblici, e così via.

Il debito era ed è il dispositivo linguistico che costringe l’uomo a sottomettere la sua vita allo sfruttamento [1].

Negli anni successivi, il movimento Occupy ha lottato per l’emancipazione della società dall’imposizione del debito, un’ingiunzione linguistica che minaccia direttamente la vita sociale. Per questo, è stato brutalmente represso e criminalizzato.

Il movimento Occupy è stato sconfitto perché le strade non sono il posto giusto per combattere un nemico astratto. Una molotov non è l’arma giusta per colpire un bersaglio fluttuante e intangibile.

Dieci anni dopo l’ascesa e la caduta di Occupy, stiamo ora assistendo all’emergere di una classe finanziaria molecolare che sta trasformando la ribellione contro il gioco capitalista in una partecipazione vendicativa al gioco. Questo nuovo attore finanziario molecolare e frammentato è spinto dalla dinamica dello sciame.

‘Sciame’ si riferisce qui alla coordinazione automatizzata tra le azioni di un corpo governato da un automa tecno-linguistico. Lo sciame è un organismo sovraindividuale risultante dalla coordinazione automatizzata di organismi individuali distinti. Introducendo macchine tecno-linguistiche nel flusso della comunicazione connessa, Semiocapital sta trasformando il corpo vivente della società secondo il modello dello sciame.

Lo sciame di meme in azione

Dall’inizio della pandemia, c’è stato un enorme aumento del numero di commercianti al dettaglio.

Milioni di disoccupati (principalmente uomini bianchi di diverse età), avventurieri e libertari infuriati, piccoli imprenditori rimasti senza lavoro a causa della serrata e delle conseguenti perturbazioni economiche hanno passato le loro giornate a comprare, vendere, commerciare e investire sugli schermi dei loro personal computer. Come risultato di questi innumerevoli piccoli investimenti individuali, un’enorme quantità di denaro si riversò nella macchina finanziaria, aiutando il mercato azionario a sopravvivere alla depressione diffusa.

Questi stessi investitori dilettanti hanno recentemente creato il caos nel mercato azionario muovendosi insieme in modo irrazionale, provocando ondate di disordine nel processo di trading. L’esuberanza irrazionale non è una novità nell’attività finanziaria, ma questa volta gli attori esuberanti sono una folla multiforme esclusa dal cerchio del potere. Lo sciame è il loro potere, e la regola dello sciame è la loro regola.

Questa folla di outsider è stata aiutata dalla totale deregolamentazione che l’amministrazione Trump ha supervisionato in campo finanziario. Come ha osservato Doug Henwood:

“È divertente vedere alcuni Wall Streeters lamentarsi che c’è qualcosa di ingiusto in questa azione, dato che questi sono i tipi di giochi che fanno tra di loro e con il pubblico in generale tutto il tempo. Parlano di azioni al rialzo o al ribasso, a seconda dei loro interessi, e complottano contro quelli che vedono come giocatori deboli o vulnerabili tutto il tempo. È solo che gli speculatori dilettanti con nomi come DeepFuckingValue che li stanno assalendo per ora sono il tipo sbagliato di persone. Non vivono a Greenwich in case con venti garage”.

Circa tre milioni di persone hanno preso parte al trading dello sciame di meme che ha alimentato il breakout di GameStop. La storia di GameStop è complicata: si basa sui tecnicismi della vendita allo scoperto, una sorta di sofisticato schema Ponzi che crea una bolla che a un certo punto deve prevedibilmente scoppiare.

“Si può scommettere che il prezzo di un’azione scenderà assumendo una posizione corta. Questo richiede che tu prenda in prestito le azioni da qualcun altro prima. Il vostro broker poi vende immediatamente le azioni. Poiché pensi che il prezzo scenderà ancora, sei calmo, freddo e raccolto. Aspettate che il prezzo scenda ancora, e poi ricomprate le azioni ad un prezzo più basso, in modo da poter restituire le azioni a chi ve le ha prestate” [2].

L’evento GameStop è particolarmente interessante perché è stato alimentato da meme. I commercianti si sono trasformati in uno sciame grazie alle strutture semitribali della comunità di Reddit e dei giocatori che hanno dato loro la forza di opporsi ai poteri consolidati degli hedge fund. I memi sono creatori di sciami perché facilitano la costruzione di identità provvisorie, collegando i cervelli individuali a un’intenzione automatizzata dalla rete. Lo sciame è l’automazione dell’attività di un corpo collettivo basato sull’attività cerebrale autoriflessiva degli individui, un fenomeno a cui Brett Scott si riferisce come surrealismo del mercato:

“[M]arket surrealism emerge, perché si scopre che tutti quei grafici che i trader tecnici guardano riflettono anche le azioni di altri trader tecnici. Se i trader guardano i trader che guardano i trader, piuttosto che guardare la società, il mercato cade in una zona crepuscolare” [3].

Vendetta tecno-finanziaria

Penso che dovremmo vedere l’evento GameStop come un episodio della guerra civile americana in corso. La guerra civile sta assumendo forme senza precedenti nel mondo in rete (hacking, interruzioni di rete, ecc.)

“Questa è una rivoluzione finanziaria” è il titolo di un articolo pubblicato dalla rivista (non proprio cripto)trumpista Zerohedge. Tra molti altri media provenienti dalla cosiddetta “galassia populista”, Zerohedge sta dando voce a una rabbia che nasce da una storia di umiliazioni economiche e sociali. La rabbia contro i poteri consolidati dell’élite finanziaria è espressa in queste parole:

“È una guerra di classe. È ora di reagire”; “C’è ed è stata una classe dirigente il cui unico scopo è quello di mantenere il potere. Ci illuminano col gas e ci fanno credere di sapere cosa sia meglio per noi. L’1% sa meglio del 99%. Non si tratta di azioni, questa è una rivoluzione finanziaria…”;

“La lezione è ovvia: quando facciamo casino, paghiamo il prezzo dei nostri errori. Ma quando le banche sbagliano, l’intero sistema finanziario viene in loro soccorso”;

“I piccoli investitori sono stati spennati per anni. È esasperante. La gente è arrabbiata. Abbiamo visto persone bruciare edifici in nome della lotta contro la discriminazione, altri scendere sul Campidoglio degli Stati Uniti, altri distruggere la vita delle persone via Twitter, e altri ancora aggredire i loro concittadini che non indossavano maschere” [4].

Naturalmente, ogni tentativo di offuscare o confondere la ribellione contro l’assassinio di George Floyd con l’assalto dei trader a Wall Street è ingiusto e fastidioso, sì. Il movimento insurrezionale che ha scosso il paese lo scorso maggio, come il movimento Occupy Wall Street dieci anni fa, erano tentativi di provocare un processo di ricomposizione di tutti gli sfruttati contro il potere. La perturbazione del micro-trading, al contrario, è una mera espressione dell’istinto proprietario egoista, ed è finalizzata a spillare un po’ di soldi e possibilmente un po’ di spazio in Borsa. Ma il punto è chiaro: tutti i segmenti della società americana sono in guerra contro tutti gli altri segmenti.

Finché prevarrà un egoismo segmentato e identitario, finché la solidarietà sociale sarà messa in ombra dall’istinto properitale, la tendenza prevalente non sarà l’insurrezione sociale ma la guerra civile.

Lo spirito Joker si sta diffondendo, da Capitol Hill a Wall Street.

La cultura della frammentaria classe sub-finanziaria che si trasforma sempre più in sciami non è una cultura della solidarietà e della trasformazione sociale, ma una cultura volta alla vendetta (e possibilmente un po’ di denaro).

Un modo di intendere il trumpismo è come un massiccio episodio di vendetta e umiliazione da parte di un ampio segmento della popolazione americana che aveva visto la sua mobilità sociale ridotta, le sue prospettive umiliate, lasciando il suo futuro radicalmente incerto. Nel suo libro Revenge Capitalism, Max Haiven ripercorre le radici dell’attuale regressione e la tendenza reazionaria che sta portando il mondo verso una nuova oscurità. Le sue radici si trovano nell’umiliazione e nella vendetta. Nel 2016, gli umiliati hanno scelto Trump perché lo hanno (correttamente) percepito come l’Umiliatore in Capo.

Trump ha promesso vendetta per umiliazione contro la Clinton, contro i messicani e contro i Wall Streeters, tra gli altri. Ora che l’umiliatore è stato umiliato a sua volta, i suoi seguaci si stanno vendicando contro istituzioni come il Congresso e Wall Street. Non si aspettano la vittoria, non si aspettano il cambiamento – vogliono solo vendetta. Cito ancora da Zerohedge:

“Questo è personale per me, e per milioni di altri. . . Lo sto rendendo il più doloroso possibile per voi […] Questa è la natura umana: facciamo cose strane quando siamo arrabbiati. Ma ci fa sentire meglio. […] Ma come dicono gli utenti di Reddit, non si tratta di soldi. È personale. È emotivo”.

E anche:

“Sono consapevolmente impegnati in un comportamento distruttivo (e autodistruttivo). A loro sta bene perdere soldi, perché sono arrabbiati”.

Il momento Joker è arrivato nella storia del mondo. Il momento in cui la produzione di massa di psicosi mette in pericolo la “normale” accumulazione di capitale. Ma l’accumulazione “normale” del capitale è già una fonte principale di psicosi. Quindi, cosa c’è dopo?

Il capitalismo neoliberale è stato a lungo un focolaio di frustrazione: alla gente è stata promessa prosperità, affidabilità, persino felicità, ma tutte queste promesse neoliberali si sono rivelate inganni. L’industria dell’intermediazione al dettaglio promette la fuga dalla miseria quotidiana dicendo alla gente (in particolare ai maschi bianchi) che sono destinati alla grandezza del mercato e al successo economico. Un’altra promessa ingannevole, come tutte le altre. Tuttavia, non è troppo tardi per un po’ di vendetta.

Note

[1] Su questo punto, vedi Maurizio Lazzarato: The Making of Indebted Man, Semiotexte, 2012.

[2] Alexis Goldstein, “What Happened with Gamestock?” Markets Weekly.

[3] Brett Scott, “La vera lezione della storia di GameStop è il potere dello sciame”, The Guardian.

[4] “Come finisce tutto questo?”, “Questa è una rivoluzione finanziaria”, Zerohedge.

 

Birmania, proteste contro il golpe


Bloccati Internet e i social network, arrestato anche il professore australiano Sean Turnell, grande amico e a lungo consigliere economico del Premio Nobel Aung San Suu Kyi. Un grande contingente di polizia antisommossa ha bloccato le strade vicine, con due camion con cannoni ad acqua parcheggiati sul posto, mentre almeno altri due gruppi di manifestanti marciavano a sud verso la Pagoda di Sule, portando poster di Aung San Suu Kyi e del presidente Win Myint, per chiedere il loro rilascio.

Golpe in Nyanmar: Aung San Suu Kyi arrestata


Tutti i poteri sono stati trasferiti al capo delle forze armate Min Aung Hlaing, Proclamato lo stato di emergenza. Condanna degli Usa. Arrestata Aung San Suu Kyi, Consigliere di Stato e Premio Nobel per la pace nel 1991.

Polonia: tre sere di proteste contro la legge sull’aborto


Per tre sere consecutiv, migliaia di persone hanno manifestato a Varsavia e in altre città della Polonia contro l’introduzione della nuova legge che di fatto sancisce il divieto quasi totale di abortire. Le manifestazioni sono state molto partecipate, nonostante le restrizioni legate alla pandemia da coronavirus e le temperature sotto zero.

*** Pubblicati i francobolli del 2021


La casa editrice ufficiale della Nazione Oscura, Kipple Officina Libraria, pubblica (grazie alla Kipple Officina Filatelica) annualmente una serie di francobolli dal 2000, che dal 2009 comprende anche i francobolli ufficiali della Nazione Oscura Caotica.
Questo è il VENTIDUESIMO anno di emissione. Dal 2000, sono stati emessi ben 326 francobolli diversi per 20 copie ciascuno.

Venduti a fogli interi qui.

Folio 2021

Proteste antiputin: più di tremila arresti


Ieri in tutta la Russia si sono tenute grandi manifestazioni di protesta contro il governo di Vladimir Putin e l’arresto del dissidente Alexei Navalny, avvenuto al ritorno dalla Germania dove nei mesi scorsi era stato curato per un avvelenamento ordinato secondo lui dai servizi di sicurezza russi. Le manifestazioni – no autorizzate – sono avvenute in più di 100 città e a fine della giornata sono stati arrestati 3.324 manifestanti.

Arrestato Aleksey Navalny al suo ritorno a Mosca


È stato arrestatopoco dopo essere atterrato a Mosca, come i burocrati del servizio penitenziario avevano preannunciato. Aleksej Navalny, che si trovava da agosto in Germania dove i medici lo hanno salvato dall’avvelenamento al Novichok subito in Siberia, non aveva potuto presentarsi negli ultimi mesi ai controlli di legge proprio perché ancora convalescente.

Non sono Italia: cadono i governi di Olanda ed Estonia


In Olanda il Governo si è dimesso in blocco. A due mesi dalle elezioni politiche, il primo ministro olandese Mark Rutte ha presentato ieri al re Willem-Alexander di Oranje-Nassau le dimissioni di tutto il suo governo retto da una coalizione di centro-destra. La causa, lo scandalo dei sussidi sociali per l’infanzia, concesso ai genitori entrambi lavoratori o ai genitori single per sostenere le spese di mantenimento dei bambini.

In Estonia, si dimette il premier Jüri Ratas, il segretario del partito del premier coinvolto in un’inchiesta su tangenti versate per concedere un prestito governativo a un’iniziativa edilizia a Tallin. Indagato anche l’uomo d’affari Hillar Teder.

Covid-19: raggiunti i 2 milioni di decessi mondiali


2.016.131 decessi da Sars-Cov2 nel mondo a oggi, 16 gennaio 2021.

Contesa per il principato a Seborga?


Nel principato di Seborga (micronazione di cui abbiamo già più volte parlato [vedi dossier] e con cui abbiamo avuto alcune comunicazioni vfficiali) , ci sarebbero tre principi che si contendono la poltrona, la battaglia infuria su chi avrebbe diritto di fregiarsi del titolo di Principe, anche se non esiste riconoscimento ufficiale di autonomia per il borgo sulle alture del Ponente.

Nei giorni scorsi è uscito il comunicato di un gruppo di appassionati di storia nato dopo studi svolti presso archivi italiani, legato alla chiesa vetero cattolica polacca autocefala, che proclamava un nuovo abate priore, nella persona di De Lucia, scelto dal consiglio della corona , formato da 9 italiani. A stretto giro di posta è arrivato il comunicato del Principato di Seborga, al momento quello legittimato dai cittadini.

Principessa di Seborga è Nina Dobler, prima di lei lo è stato l’ex marito Marcello I Menegatto e prima ancora Giorgio I, che hanno avuto i voti delle maggior parte dei 300 abitanti del principato, e di fatto li avrebbero legittimati.

Attacco aereo israeliano in Siria: muoiono di decine di persone


Ieri notte, Israele ha compiuto un attacco aereo nell’est della Siria contro milizie appoggiate dall’Iran, Paese alleato del regime siriano di Bashar al Assad. Secondo l’Osservatorio per i diritti umani, nell’attacco sono state e uccise 57 persone (14 soldati siriani e 43 miliziani). I bombardamenti sono avvenuti in aree vicine al confine con l’Iraq.

Washington: 4 morti nelle proteste anti-Biden


4 morti, 13 feriti e 52 arresti: è questo il bilancio provvisorio degli scontri nella manifestazione di protesta dei fan di Donald Trump della marcia di Washington “Save America” circa 45.000 persone.secondo il capo della polizia metropolitana di Washington Dc, Robert J. Contee.

I Paesi del Golfo tolgono embargo al Qatar


L’Arabia Saudita, Emirati Arabi e altri Paesi arabi del Golfo firmeranno domani un accordo con il Qatar che metterà fine a oltre tre anni di crisi e all’embargo dei paesi dell’area contro Doha. Lo riferisce il sito Axios, precisando che l’accordo è stato mediato dagli Usa.

Dal 1° gennaio è in vigore l’AfCFTA, il più vasto mercato mondiale


Il summit straordinario dei capi di Stato e di governo dell’Unione africana (Ua), svoltosi dal 4 all’8 luglio nella capitale del Niger, Niamey, segna un passaggio storico per l’integrazione del continente africano. Dopo anni di negoziati, i Paesi dell’Africa hanno infatti lanciato l’Area di libero scambio continentale africana (African Continental Free Trade Area, Afcfta), a seguito della ratifica da parte dei primi 22 Paesi firmatari.

L’Afcfta copre una popolazione di 1,2 miliardi di persone e costituisce la più grande area di libero scambio al mondo per numero di Paesi coinvolti dall’entrata in vigore dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto).

Il trattato doveva entrare in vigore la scorsa estate. A causa della pandemia da covid-19 la sua partenza è stata però rinviata all’inizio del 2021.

Parte il vaccino della Nazione Oscura


POST COL BOTTO anno 10

Eccoci al decimo anno in cui festeggiamo la fine col botto: la Nazione Oscura, dopo aver annunciato il proprio vaccino, comincia a somministrarlo da oggi!
Il vaccino NOC, che si aggiunge a quello di Pfizer, Moderna, Sinopharm (quello cinese) e Sputnik (quello russo), ha caratteristiche diverse: si conserva a 5/10 °C, è secco, di colore paglierino, alcoolico a 40% vol. e si inietta a temperatura ambiente.

POST COL BOTTO PRECEDENTI:

2019: La Nazione Caotica fonda il Regime Fascista della Meloria
2018: La Terra è piatta e io sono Dio
2017: Nasce l’AvatarCoin, la Nazione Oscura l’adotta insieme al QuagliaCoin
2016: È morto il Signore Iddio
2015: Monumento a Ciano sede di Livorno Città Aperta
2014: Posthuman Pop!
2013: Noam Chomski e la mistificazione della realtà
2012: Se vince Berlusconi la Neorepubblica di Torriglia dichiarerà guerra all’Italia!
2011: Declassate le agenzie di rating!

Argentina: approvata la legalizzazione dell’aborto


L’Argentina porta a casa una legge storica a le donne raggiungono un traguardo di civiltà: dopo il sì della Camera, il Senato approva il disegno di legge di riforma che consente l’interruzione di gravidanza fino a 14 settimane. Viene così sepolta la contestata norma in vigore sin dal 1921 che lo considerava un delitto.

La notizia è stata accolta da un boato di grida, canti, balli, slogan e una distesa di fazzoletti verdi da migliaia di donne e uomini, che da oltre 24 ore sostavano nella parte nord della piazza che si affaccia davanti al Parlamento.

Uno studio cinese afferma che a Wuhan ci furono 500mila casi, non 50mila


Potrebbero essere state quasi mezzo milione le persone contagiate dal covid-19 a Wuhan, in Cina, un numero dieci volte superiore ai casi ufficialmente dichiarati, che sono fermi a circa 50mila. Lo rivela uno studio del Chinese Center for Disease Control and Prevention (Cdc). Su un campione di 34 mila persone, il Centro ha rilevato infatti un’incidenza di presenza di anticorpi del 4,43%. In altre città della regione di Hubei il tasso è dello 0,44%.

Israele di nuovo al voto, quarta volta in due anni


La Knesset (il parlamento israeliano) è stata sciolta, portando Israele alle quarte elezioni politiche nel giro di due anni. In questa continua incertezza, la politica israeliana ha avuto una sola costante: Benjamin Netanyahu, il primo ministro uscente governa il paese ininterrottamente dal 31 Marzo 2009 e non ha nessuna intenzione di farsi da parte.

Russia, Navalny chiama il “Kgb” fingendosi un funzionario: “Ha confessato, volevano uccidermi”


Alexei Navalny ha pubblicato sul suo account YouTube un video che risale a una settimana fa in cui telefona a quello che lui identifica come Konstantin Kudryavtsev, uno degli agenti federali russi che avrebbero partecipato al fallito piano per ucciderlo avvelenandolo ad agosto scorso. Nella telefonata, Navalny si è spacciato come assistente di Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio nazionale di sicurezza russo, e ha chiesto di fornire dettagli sull’operazione. Ottenendone la presunta confessione, con qualche dettaglio: la sostanza tossica Novichok usata per l’avvelenamento sarebbe stata applicata alle mutande del politico. L’agenzia di servizi segreti russi, l’Fsb, ha respinto le accuse sostenendo che il video sia un falso.