Risultato scontato in Iran, l’ultraconservatore Ebrahim Raisi


Le elezioni presidenziali in Iran sono state vinte da Ebrahim Raisi, attualmente capo del sistema giudiziario dell’Iran ed espressione degli ultraconservatori, ottenendo 17,8 milioni di preferenze, il 62% del totale.

La vittoria di Raisi era scontata, soprattutto dopo che il Consiglio dei Guardiani, l’organo che si occupa arbitrariamente di selezionare i candidati prima di ogni elezione, molto vicino ai conservatori e agli ultraconservatori, aveva escluso i più importanti politici riformisti e moderati che avevano chiesto di far parte delle liste dei candidati, fra cui soprattutto il vice del presidente uscente Hassan Rouhani, Eshaq Jahangiri.

Le esclusioni dei candidati moderati sono l’ultima conseguenza di un processo politico in atto in Iran, iniziato con la decisione presa nel 2018 dall’allora presidente statunitense Donald Trump di ritirare gli Stati Uniti dall’accordo che impegnava l’Iran all’uso esclusivamente civile dell’energia nucleare, di fatto affossandolo.

I danni a livello internazionali dell’ex presidente, a quanto pare si faranno sentire per molti anni, in ogni campo, a dispetto di chi sosteneva che avesse fatto cose utili all’assetto politico internazionale.

Summit Bide-Putin, prove di dialogo


Si è concluso dopo circa 4 ore il summit tra i presidenti statunistense e russo. Il vertice è definito costruttivo, ma restano le divergenze. Biden: “La mia agenda non è contro la Russia, è per gli americani’. Putin: “Biden è diverso da Trump ed è uno statista esperto”. Tra i temi discussi: il rientro degli ambasciatori, i trattati sulle armi, la cybersecurity, l’Ucraina e lo scambio di detenuti.

Bitcoin moneta a corso legale in El Salvador


Il Parlamento di El Salvador ha approvato la legge sul bitcoin, da cui si evince che bitcoin nel Paese avrà anche corso forzoso, visto che in questo testo è esplicitato che tutti gli “agenti economici” sono obbligati ad accettare bitcoin come mezzo di pagamento. Il promotore è il presidente Nayib Bukel, capo della maggioranza.

El Salvador non ha una sua moneta nazionale, perchè il suo Colón salvadoregno (SVC) ormai è fuori corso. Per ora stanno utilizzando il dollaro USA, ma con questa nuova legge verrà di fatto affiancato il Bitcoin.

Il capo di Boko Haram suicidato per evitare la cattura dell’Isis africana


Abubakar Shekau, capo della formazione terrorista islamica Boko Haram, che opera in Africa, è morto probabilmente a causa di un suicidio, il 20 maggio scorso per evitare la cattura da parte dell’ISWAP (Islamic State West Africa Province) che non ne riconosceva più l’autorità. Probabilmente si è ucciso con una cintura esplosiva insiema Bako Gorgore, già leader del governatorato di Timbuktu dell’Iswap. A questo punto la sorte di Boko Haram sembra segnata, perché la zona strategica ella foresta di Sambisa nello stato di Borno, in Nigeria passa sotto il controllo dell’Isis.

Almeno 132 uccisi in un attacco in Burkina Faso


Almeno 132 civili sono stati uccisi in un attacco armato nel nord del Burkina Faso, vicino al confine con il Niger. L’attacco è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato nel villaggio di Solhan. Per ora nessun gruppo armato lo ha rivendicato. Il Burkina Faso, fino a non molto tempo fa, era uno dei paesi più stabili dell’Africa occidentale, ora sono in aumento gli attacchi da parte di diversi gruppi radicali islamisti.

E’ l’attacco più grave in Africa dal 2015. Il governo ha dichiarato un lutto nazionale di 72 ore.

La Cina fa land grabbing in Europa?


Nel 2014 quando il Montenegro firmò un accordo con la banca cinese ExIm per finanziare l’85% del costo dell’autostrada con un prestito per quasi un miliardo di dollari. La prima sezione di 41 chilometri, un quarto della lunghezza totale, è costata 20 milioni di euro al chilometro, rendendola una delle autostrade più care al mondo secondo quanto ha spiegato al Financial Times il ministro delle Finanze, Milojko Spajic.

Ora, il Montenegro deve ripagare alla Cina il prestito a opera della China Road and Bridge Corporation. Il piccolo Stato dei Balcani occidentali con un’economia fortemente provata (con la pandemia il Pil è crollato del 15%), chiede aiuto all’Unione europea per poter uscire dal cappio di Pechino che rischia di scattare a luglio. Ma Da Bruxelles è già arrivato un secco no.

Pechino detiene un quarto del debito pubblico del piccolo Stato dei Balcani. In caso d’insolvenza, i termini del contratto danno a Pechino il diritto di accedere alla terra montenegrina come garanzia

Israele: Governo di Unità Nazionale, fuori Netanyahu


L’ex alleato Naftali Bennett trova l’intesa con Yair Lapid, che guida l’opposizione centrista Yesh Atid. Benjamin Netanyahu non sarà più alla guida del governo israeliano a più di 12 anni dal primo incarico da primo ministro.

Israele continua a bombardare Gaza. Razzi dal Libano


Il premier Benyamin Netanyahu ha detto di essere determinato ad andare avanti con l’operazione. Un convoglio di aiuti umanitari giordani destinato all’ospedale giordano di Gaza non ha potuto entrare oggi nella Striscia perchè il valico di Kerem Shalom da cui doveva transitare è stato oggetto di un attacco di mortai palestinesi. La Casa Bianca ha reso noto che il presidente Usa Joe Biden ha parlato oggi con il premier israeliano Netanyahu esprimendogli la sua volontà di arrivare al cessate il fuoco. Intanto le sirene di allarme antimissili stanno risuonando nel nord di Israele, nella zona compresa tra Haifa e il Libano.

A Gaza più di 100 morti, pronta l’invasione di Israele


I razzi lanciati dai territori palestinesi sono più di un migliaio, quasi tutti intercettati dal sistema di difesa Iron Drone. Israele ha risposto con centinaia di attacchi aerei e Netanyahu esclude il cessate il fuoco. Strage in un villaggio della Striscia. Oltre 100i morti dall’inizio degli scontri.

Israele ha richiamato altri 9mila riservisti, con il totale che sale così a 16mila, e sono state bloccate tutte le licenze. SI prepara l’invasione via Terra nella Striscia di Gaza.

Bombe tra Hamas e Israele


Hamas ha inasprito gli attacchi contro Israele lanciando una grande salva di razzi (circa 40) verso Ashdod, circa 40 chilometri a nord di Gaza, comereazione ai disordini della Spianata delle Moschee. Israele ha reagito bombardando alcuni obiettivi palestinesi e sono rimaste uccise 28 persone e dferite 152 feriti. Successivamente Hamas ha lanciato 130 razzi contro Tel Aviv, chiuso l’aeroporto.

Gerusalemme: ancora scontri alla Spianata delle Moschee


Nuovi incidenti tra manifestanti palestinesi e polizia israeliana in corso sulla Spianata delle Moschee, a Gerusalemme. Da parte dei manifestanti ci sono stati lanci di pietre mentre gli agenti hanno risposto con granate assordanti. Si parla di 215 feriti.

Colombia: 24 morti nelel proteste contro il Governo


In questi giorni in Colombia è in corso una vera e propria strage a seguito dell’intervento delle forze speciali di polizia (Esmad) e dell’esercito contro le manifestazioni contro il governo del presidente Iván Duque Márquez, a causa è statadelal sua decisione di proporre una riforma fiscale di netto stampo liberista, che compisce soprattutto chi ha di meno, allegegrendo le tradizionali oligarchie colombiane e dei nuovi ricchi tra cui anche narcos, in un Paese che produce oltre il 90% della cocaina mondiale.

Spagna: la Destra vince le elezioni e Pablo Iglesias lascia la politica


Alle elezioni di Madrid ha vinto la destra, e vede il tonfo del leader di Podemos Pablo Iglesias, che ha ricevuto solo il 7,2%. Invece per la presidente uscente Isabel Díaz Ayuso è stato un trionfo. Le prime elezioni post-Covid sono sicuraemnte un segnale per il resto d’Europa. Pablo Iglesias ha dichiarato di voler lasciare la politica.

La Corea del Nord minaccia l’Onu: “Schiavi degli Usa, gravi conseguenze


Da Pyongyang arriva l’avvertimento al Consiglio di Sicurezza dell’Onu, sostenendo che usa due pesi e due misure e che questo avrà “conseguenze molto gravi”. Il messaggio è arrivato attraverso un comunicato firmato dal direttore generale del dipartimento organizzazioni internazionali del Ministero degli Esteri, Jo Chol Su, divulgato dall’agenzia di stampa nordcoreana Kcna.

Proposta di legge contro l’alienofobia e il terrestrismo


Lukha B. Kremo ha proposto un disegno di legge alla Nazione Oscura Caotica che prevede di punire la discriminazione e l’incitamento all’odio terrestrista contro tutte le forme di vita aliene. Sarebbe il primo caso al mondo.

Ucraina, risale la tensione con la Russia


La Russia vede una possibile minaccia di ripresa di una guerra civile in Ucraina. “Siamo davanti ad atti provocatori lungo la linea di contatto” sostiene il Cremlino. Il premier ucraino Volodymyr Zelensky ha visitato il Donbass e ha detto che l’adesione del paese alla Nato avrebbe presumibilmente aiutato a porre fine al conflitto nella regione. Fraze che Mosca ha letto come provocazione. Gli Stati Uniti hanno inviato due navi militari nel Mar Nero.

Giordania, arresti a corte per un presunto complotto


In queste ore sarebbero stati arrestati Bassem Awadallah, ex ministro delle Finanze, un altro membro della famiglia reale e una ventina di persone. Ai domiciliari l’ex principe ereditario, e fratellastro del sovrano, Hamza bin Hussein, che in un video conferma. La polizia segreta giordana si sarebbe presentata davanti alla sua villa e gli avrebbe imposto di rimanerci assieme alla moglie Basmah.

Myanmar: l’esercito festeggia con una carneficina


Oggi si contano almeno 91 morti tra i manifestanti, e tra questi anche almeno due bambini, di 5 e 13 anni. I manifestanti sono scesi in piazza a Yangon, Lashio, Mandalay, Kyaukpadaung e Kyeikhto. Le vittime complessive della repressione hanno superato quota 400, tra le migliaia di civili che ormai da quasi due mesi manifestano sfidando la repressione della giunta militare..

Mozambico: bambini decapitati davanti alle madri da terroristi islamici


Bambini decapitati davanti agli occhi dei genitori. Succede nella provincia settentrionale di Cabo Delgado, in Mozambico. Non è la prima volta che emergono notizie di civili decapitati dai militanti islamici in Mozambico. Lo scorso novembre, media locali riportano la notizia di oltre 50 persona decapitate su un campo da calcio a Cabo Delgado.

Alexey Navalny: “Sono in un centro di concentramento”


“Devo ammettere che il sistema carcerario russo è riuscito a sorprendermi. Non potevo immaginare che fosse possibile organizzare un vero campo di concentramento a 100 chilometri da Mosca” sono le parole dell’oppositore su Instagram, dove è stata pubblicata una sua foto col cranio rasato.

Esposione in Guinea Equatoriale in base militare a Bata: almeno 20 morti


20 morti e 500 feriti il bilancio, ancora provvisorio, delle esplosioni che hanno scosso una base militare di Nkoa Ntoma a Bata, nella Guinea Equatoriale, con persone – compresi bambini – estratte dalle macerie. Il Presidente Teodoro Obiang Nguema ha ordinato un’inchiesta, per il momento si parla di un incidente, ma non si escludono altre ipotesi.

Il papa in Irak


Papa Francesco in Irak incontra a Qaraqosh la comunità cristiana che nel 2014 fu scacciata via dall’Isis, in precedenza è stato a Mosul, dove ha pregato per le vittime della guerra e dei conflitti armati. Infine ha recitato la messa nello stdio di Arbil.

Birmania: militari sparano sulla folla


Tre manifestanti sono in condizioni critiche dopo essere stati colpiti da proiettili sparati dalle forze dell’ordine sulla folla durante le proteste di ieri contro il colpo di stato militare, mentre negli ultimi giorni diversi giornalisti sono stati arrestati.

L’ambasciatore birmano all’Onu, Kyaw Moe Tun, critica il golpe e viene licenziato


I militari al potere in Myanmar hanno licenziato l’ambasciatore all’Onu, Kyaw Moe Tun, dopo il discorso tenuto davanti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nel quale ha esortato la comunità internazionale a usare ogni mezzo necessario per contrastare  i militari e contribuire a ripristinare la democrazia.

Il governo militare lo ha licenziato accusandolo di aver tradito il Paese e di aver parlato a nome del governo destituito, che non lo rappresenta.

Omicidio Khashoggi, Killer arrivati a Istanbul su aerei del principe saudita Mohammad bin Salman


La Cnn riporta che i due aerei usati dai killer del giornalista saudita Jamal Khashoggi per arrivare a Istanbul appartengono al sovrano di Riad, Mohammad bin Salman. Come per gli strani casi russi del veleno, non basta la pistola fumante per incolpare persone troppo potenti.

Ucciso ambasciatore italiano in Congo in un attacco al convoglio dell’Onu


L’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, è morto insieme a un militare dell’Arma dei Carabinieri e una terza vittima, forse locale, lunedì, intorno alle 9 italiane, a Goma, in Congo, a causa di un attacco di arma da fuoco al convoglio Onu.

*** Hic non sunt dracones


NAZIONE OSCVRA CAOTICA

GOVERNO OSCVRO

QVESITO XLIII

giorno 25 piovoso 140

* Approvate o non approvate il Governo Draghi in Italia?

Il Governo Oscuro ha votato così:

Commento: Il Governo Oscuro non approva il Governo Draghi in Italia

Il Governo Oscuro  rifiuta di credere nel Governo Draghi, anche se l’astensione rimane alta. Il “no” è abbastanza netto, ma forse si spera che un governo che certamente va in direzione contraria ai propri principi possa comunque essere migliore, in circostanze di emergenza, di un governo poco capace e con scarsa esperienza.

Golpe in Nyanmar: Aung San Suu Kyi arrestata


Tutti i poteri sono stati trasferiti al capo delle forze armate Min Aung Hlaing, Proclamato lo stato di emergenza. Condanna degli Usa. Arrestata Aung San Suu Kyi, Consigliere di Stato e Premio Nobel per la pace nel 1991.

Polonia: tre sere di proteste contro la legge sull’aborto


Per tre sere consecutiv, migliaia di persone hanno manifestato a Varsavia e in altre città della Polonia contro l’introduzione della nuova legge che di fatto sancisce il divieto quasi totale di abortire. Le manifestazioni sono state molto partecipate, nonostante le restrizioni legate alla pandemia da coronavirus e le temperature sotto zero.

*** Pubblicati i francobolli del 2021


La casa editrice ufficiale della Nazione Oscura, Kipple Officina Libraria, pubblica (grazie alla Kipple Officina Filatelica) annualmente una serie di francobolli dal 2000, che dal 2009 comprende anche i francobolli ufficiali della Nazione Oscura Caotica.
Questo è il VENTIDUESIMO anno di emissione. Dal 2000, sono stati emessi ben 326 francobolli diversi per 20 copie ciascuno.

Venduti a fogli interi qui.

Folio 2021

Proteste antiputin: più di tremila arresti


Ieri in tutta la Russia si sono tenute grandi manifestazioni di protesta contro il governo di Vladimir Putin e l’arresto del dissidente Alexei Navalny, avvenuto al ritorno dalla Germania dove nei mesi scorsi era stato curato per un avvelenamento ordinato secondo lui dai servizi di sicurezza russi. Le manifestazioni – no autorizzate – sono avvenute in più di 100 città e a fine della giornata sono stati arrestati 3.324 manifestanti.

Arrestato Aleksey Navalny al suo ritorno a Mosca


È stato arrestatopoco dopo essere atterrato a Mosca, come i burocrati del servizio penitenziario avevano preannunciato. Aleksej Navalny, che si trovava da agosto in Germania dove i medici lo hanno salvato dall’avvelenamento al Novichok subito in Siberia, non aveva potuto presentarsi negli ultimi mesi ai controlli di legge proprio perché ancora convalescente.

Non sono Italia: cadono i governi di Olanda ed Estonia


In Olanda il Governo si è dimesso in blocco. A due mesi dalle elezioni politiche, il primo ministro olandese Mark Rutte ha presentato ieri al re Willem-Alexander di Oranje-Nassau le dimissioni di tutto il suo governo retto da una coalizione di centro-destra. La causa, lo scandalo dei sussidi sociali per l’infanzia, concesso ai genitori entrambi lavoratori o ai genitori single per sostenere le spese di mantenimento dei bambini.

In Estonia, si dimette il premier Jüri Ratas, il segretario del partito del premier coinvolto in un’inchiesta su tangenti versate per concedere un prestito governativo a un’iniziativa edilizia a Tallin. Indagato anche l’uomo d’affari Hillar Teder.

Covid-19: raggiunti i 2 milioni di decessi mondiali


2.016.131 decessi da Sars-Cov2 nel mondo a oggi, 16 gennaio 2021.

Attacco aereo israeliano in Siria: muoiono di decine di persone


Ieri notte, Israele ha compiuto un attacco aereo nell’est della Siria contro milizie appoggiate dall’Iran, Paese alleato del regime siriano di Bashar al Assad. Secondo l’Osservatorio per i diritti umani, nell’attacco sono state e uccise 57 persone (14 soldati siriani e 43 miliziani). I bombardamenti sono avvenuti in aree vicine al confine con l’Iraq.

Washington: 4 morti nelle proteste anti-Biden


4 morti, 13 feriti e 52 arresti: è questo il bilancio provvisorio degli scontri nella manifestazione di protesta dei fan di Donald Trump della marcia di Washington “Save America” circa 45.000 persone.secondo il capo della polizia metropolitana di Washington Dc, Robert J. Contee.

I Paesi del Golfo tolgono embargo al Qatar


L’Arabia Saudita, Emirati Arabi e altri Paesi arabi del Golfo firmeranno domani un accordo con il Qatar che metterà fine a oltre tre anni di crisi e all’embargo dei paesi dell’area contro Doha. Lo riferisce il sito Axios, precisando che l’accordo è stato mediato dagli Usa.

Dal 1° gennaio è in vigore l’AfCFTA, il più vasto mercato mondiale


Il summit straordinario dei capi di Stato e di governo dell’Unione africana (Ua), svoltosi dal 4 all’8 luglio nella capitale del Niger, Niamey, segna un passaggio storico per l’integrazione del continente africano. Dopo anni di negoziati, i Paesi dell’Africa hanno infatti lanciato l’Area di libero scambio continentale africana (African Continental Free Trade Area, Afcfta), a seguito della ratifica da parte dei primi 22 Paesi firmatari.

L’Afcfta copre una popolazione di 1,2 miliardi di persone e costituisce la più grande area di libero scambio al mondo per numero di Paesi coinvolti dall’entrata in vigore dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto).

Il trattato doveva entrare in vigore la scorsa estate. A causa della pandemia da covid-19 la sua partenza è stata però rinviata all’inizio del 2021.

Parte il vaccino della Nazione Oscura


POST COL BOTTO anno 10

Eccoci al decimo anno in cui festeggiamo la fine col botto: la Nazione Oscura, dopo aver annunciato il proprio vaccino, comincia a somministrarlo da oggi!
Il vaccino NOC, che si aggiunge a quello di Pfizer, Moderna, Sinopharm (quello cinese) e Sputnik (quello russo), ha caratteristiche diverse: si conserva a 5/10 °C, è secco, di colore paglierino, alcoolico a 40% vol. e si inietta a temperatura ambiente.

POST COL BOTTO PRECEDENTI:

2019: La Nazione Caotica fonda il Regime Fascista della Meloria
2018: La Terra è piatta e io sono Dio
2017: Nasce l’AvatarCoin, la Nazione Oscura l’adotta insieme al QuagliaCoin
2016: È morto il Signore Iddio
2015: Monumento a Ciano sede di Livorno Città Aperta
2014: Posthuman Pop!
2013: Noam Chomski e la mistificazione della realtà
2012: Se vince Berlusconi la Neorepubblica di Torriglia dichiarerà guerra all’Italia!
2011: Declassate le agenzie di rating!

Argentina: approvata la legalizzazione dell’aborto


L’Argentina porta a casa una legge storica a le donne raggiungono un traguardo di civiltà: dopo il sì della Camera, il Senato approva il disegno di legge di riforma che consente l’interruzione di gravidanza fino a 14 settimane. Viene così sepolta la contestata norma in vigore sin dal 1921 che lo considerava un delitto.

La notizia è stata accolta da un boato di grida, canti, balli, slogan e una distesa di fazzoletti verdi da migliaia di donne e uomini, che da oltre 24 ore sostavano nella parte nord della piazza che si affaccia davanti al Parlamento.

Uno studio cinese afferma che a Wuhan ci furono 500mila casi, non 50mila


Potrebbero essere state quasi mezzo milione le persone contagiate dal covid-19 a Wuhan, in Cina, un numero dieci volte superiore ai casi ufficialmente dichiarati, che sono fermi a circa 50mila. Lo rivela uno studio del Chinese Center for Disease Control and Prevention (Cdc). Su un campione di 34 mila persone, il Centro ha rilevato infatti un’incidenza di presenza di anticorpi del 4,43%. In altre città della regione di Hubei il tasso è dello 0,44%.

Israele di nuovo al voto, quarta volta in due anni


La Knesset (il parlamento israeliano) è stata sciolta, portando Israele alle quarte elezioni politiche nel giro di due anni. In questa continua incertezza, la politica israeliana ha avuto una sola costante: Benjamin Netanyahu, il primo ministro uscente governa il paese ininterrottamente dal 31 Marzo 2009 e non ha nessuna intenzione di farsi da parte.

Russia, Navalny chiama il “Kgb” fingendosi un funzionario: “Ha confessato, volevano uccidermi”


Alexei Navalny ha pubblicato sul suo account YouTube un video che risale a una settimana fa in cui telefona a quello che lui identifica come Konstantin Kudryavtsev, uno degli agenti federali russi che avrebbero partecipato al fallito piano per ucciderlo avvelenandolo ad agosto scorso. Nella telefonata, Navalny si è spacciato come assistente di Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio nazionale di sicurezza russo, e ha chiesto di fornire dettagli sull’operazione. Ottenendone la presunta confessione, con qualche dettaglio: la sostanza tossica Novichok usata per l’avvelenamento sarebbe stata applicata alle mutande del politico. L’agenzia di servizi segreti russi, l’Fsb, ha respinto le accuse sostenendo che il video sia un falso.

Nigeria: attacco a scuola, rapiti almeno 400 studenti


Sono almeno 400 gli studenti scomparsi da una scuola secondaria nella regione di Katsina, in Nigeria, dopo l’attacco di venerdì sera da parte di un gruppo di uomini armati, probabilmente jihadisti, che li hanno rapiti, anche se una parte, dopo essere riusciti a fuggire dall’istituto scavalcando i muri di cinta, potrebbe essersi rifugiata nella foresta.

Al Sisi decorato della Legion d’Onore francese da Macron


Il generale Abdel Fattah al-Sisi, già difeso pubblicamente dal presidente francese Emmanuel Macron, ha ottenuto riconoscimenti e onori nonostante la ferita aperta dei diritti umani. Proprio mentre al Cairo il tribunale decide di tenere lo studente Patrick Zaki in carcere per altri 45 giorni e la soluzione del caso Regeni sembra sempre più lontana, a Parigi Macron spiega con serenità che non avrebbe condizionato gli aiuti militari al rispetto dei diritti umani.

Bangladesh: migliaia di profughi rohingya su un’isola remota?


Il Bangladesh si prepara a trasferire migliaia di profughi di etnia rohingya nell’isola di Bhasan Char, a largo delle coste del paese nel golfo del Bengala. I rohingya sono un gruppo etnico di religione musulmana fuggito dal Myanmar inmassa (730mila), quando la repressione guidata dai militari birmani li costrinse a rifugiarsi in Bangladesh, quasi tutti in campi profughi.

Si riaccende la guerra nel Sahara Occidentale: barconi in fuga alle Canarie


La guerra tra il Marocco e il fronte Polisario si è riaccesa. Dal 13 novembre proseguono gli scontri nella zona del Guarguaret, la regione tampone tra il Sahara Occidentale e la Mauritania. Ciò ha registrato il notevole aumento delle partenze di migranti subsahariani verso le isole Canarie.

È morto Vittorio Catani


È morto oggi a Bari Vittorio Catani, l’ultimo dei grandi scrittori di fantascienza italiana degli anni ’60.

Aveva 80 anni. Aveva inaugurato la collana Avatar della Kipple Officina Libraria con Chimere senza tempo.

La Nazione Oscura Caotica dichiara il 23 novembre 2020 Giornata di Lutto Nazionale in memoria.

Le altre giornate di lutto nazionale della Nazione Oscura sono:
15 dicembre 2018: morte di Giuseppe Lippi, 65 anni.
18 giugno 2017: morte di Sergio Altieri, 65 anni.
30 gennaio 2013: morte di Antonio Caronia, 68 anni.
14 gennaio 2013: morte di Riccardo Valla, 70 anni.
4 ottobre 2011: morte di Vittorio Curtoni, 62 anni.
17 gennaio 2010: morte di Ernesto Vegetti, 66 anni.

A questo elenco aggiungiamo anche: 29 agosto 2014: morte di Gianfranco Viviani, 74 anni

31 gennaio 2009; morte di Lino Aldani, 82 anni (le cui giornate di lutto non sono state indette per aver ricevuto la notizia il giorno successivo)  

Netanyahu in visita segreta in Arabia Saudita


Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si sarebbe recato ieri in Arabia Saudita, dove ha avuto un incontro con il principe ereditario Mohammed bin Salman e con il segretario di Stato Usa Mike Pompeo. Lo hanno riferito questa mattina la radio pubblica Kan e la Radio militare. Secondo alcune indiscrezioni, l’incontro avrebbe avuto luogo a Neom, a poche miglia dal confine meridionale di Israele.

Quest’incontro sarebbe la conferma che la politica mediorientale è stata ridisegnata. Gli accordi (per ora segreti), già voluti da Trump tra Israele e Arabia potrebbero essere, oltre che commerciali, anche politici, in funzione anti-iraniana.

I patti tra Armenia e Azerbaigian


L’ostilità tra Azerbaigian e Armenia, iniziata alla fine di settembre nella regione contesa del Nagorno e costata migliaia di morti, è cessata la scorsa settimana nell’ambito di un accordo mediato dalla Russia che vede Mosca schierare forze di pace nella regione e richiede che l’Armenia ceda circa il 15-20% del territorio del Nagorno-Karabakh conquistato dall’Azerbaigian, inclusa la storica città di Shusha.