9. Ministero della LETTERATURA PASSATA, INATTUALE e FUTURA


Ministero della LETTERATURA PASSATA, INATTUALE e FUTURA / MINISTRY of PAST, OUTDATED and FUTURE LITERATURE
Ministro/Minister: Ettore Fobo.

Go to English automatic translation

La letteratura al centro, soprattutto quella dimenticata, ignorata, che vive nell’ombra e dall’ombra trae alimento e furore antico. Perché noi crediamo in ciò che agita la mente nel profondo e che solo nella scrittura trova riposo. Siamo per una letteratura raffinata, di strada, insanguinata, notturna, misteriosa, spregevole, aristocratica, puttanesca. Mettiamo al centro la sua naturale propensione alla mistificazione, all’imbroglio, aborriamo sopra ogni cosa la Verità, “menzogna che ha perso coscienza di essere tale”, come nelle parole di Nietzsche. Cerchiamo l’oblio in cima al disincanto, il canto sull’orlo del silenzio, la vita al confine di tutte le ferite dell’esistere. Perciò crediamo soprattutto nella poesia, onda mistica di tutte le contraddizioni che ci agitano, memoria dell’infanzia, maschera che rivela il sorriso e il ghigno del nostro daimon segreto. Perseguiamo la letteratura come la strada che ci conduca dentro e fuori tutti i labirinti in cui la nostra anima ama smarrirsi. Fedeli alla fiamma che ci brucia dentro, vogliamo cantare la sorpresa, l’attesa, il sogno, il coraggio di vivere, lo sconcerto, il pulsare della foresta e l’onda liquida della città elettrica. Crediamo che scrivere sia sempre indossare una maschera e, come Rimbaud, aborriamo nello scrittore ogni facoltà descrittiva. Vogliamo lanciare incantesimi nel cuore del mondo, la cui indifferenza ci onora. Perciò state attenti, perché scriviamo con il sangue e pensiamo di ghiaccio.

***

The literature at the center, especially the forgotten, ignored, who lives in the shadows and the shadows draw sustenance and ancient fury. Because we believe in what stirs deep in the mind, and that only in the writing finds rest. We are a refined literature, street, bloody, nocturnal, mysterious, despicable, aristocratic, puttanesca. We put the center its natural propensity to mystification, all’imbroglio, abhor above all else the Truth, “lie that has lost consciousness of being such,” as in the words of Nietzsche. We seek oblivion in the top of the disenchantment, singing on the verge of silence, life on the border of all the wounds of existence. Therefore, we believe above all in poetry, mystical wave of all the contradictions that we shake, childhood memories, mask that reveals the smile and chuckle of our daimon secret. We pursue literature as the road that leads us in and out all the mazes in which our soul loves lost. Faithful to the flame that burns inside us, we want to sing the surprise, the waiting, the dream, the courage to live, the bewilderment, the pulse of the forest and the wave of liquid electric city. We believe that writing is always wearing a mask and, like Rimbaud, abhor in every faculty descriptive writer. We want to cast spells in the heart of the world, whose indifference honors us. So be careful, because we write with blood and think of ice.

Sede/Headquarter:
San Giuliano Milanese (Mi) – Italy
eMail

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: