Il premio Uggia a Lukha B. Kremo


Lukha B. Kremo ha vinto il premio Uggia 2013 come miglior libro italiano con Trans-Human Express, Kipple Officina Libraria. Batte ai punti Venere privata di Giorgio Scerbanenco. E al terzo posto: Marcia su Roma di Emilio Lussu.
Ecco il prestigioso albo d’oro:
1997 Senilità – Italo Svevo – Newton Compton
1998 Una vita – Italo Svevo – Newton Compton
1999 Diario notturno – Ennio Flaiano – Adelphi
2000 Nostra Signora dei Turchi – Carmelo Bene – Sugarco
2001 L’innocente – Gabriele D’Annunzio – Newton Compton
2002 Il partigiano Johnny – Beppe Fenoglio – Einaudi
2003 S.A.D.E. – Carmelo Bene – Bompiani (teatro)
2004 Il prete bello – Goffredo Parise – Mondadori
2005 Super Eliogabalo- Alberto Arbasino – Adelphi
2006 Specchio delle mie brame – Alberto Arbasino – Einaudi ex aequo La solitudine del satiro – Ennio Flaiano – Adelphi
2007 Una questione privata – Beppe Fenoglio – Einaudi
2008 Il conformista – Alberto Moravia – Mondadori
2009 Insetti senza frontiere – Guido Ceronetti – Adelphi
2010 Ernesto – Umberto Saba – Einaudi
2011 Un anno sull’altipiano – Emilio Lussu – Einaudi
2012 Nel legno e nella pietra – Mauro Corona – Mondadori
2013 Trans Human Express – Lukha B. Kremo – Kipple Officina Libraria

Sono quasi tutti romanzi con le notevoli eccezioni di Diario notturno, S.A.D.E, La solitudine del satiro, Insetti senza frontiere.