L’ISIS conquista anche lo Yemen?


Cresce di ora in ora la tensione nello Yemen.
Al Qaeda nella Penisola arabica ha giurato fedeltà allo Stato Islamico rinunciando a quella al successore di Osama bin Laden, l’egiziano Ayman al-Zawahiri.
Nella capitale Sana’a, in occasione del quarto anniversario della rivolta contro l’ex presidente yemenita Ali Abdullah Saleh, i ribelli houthi, che controllano gran parte della capitale dopo il recente colpo di Stato, hanno rafforzato la presenza militare nei luoghi simbolo della rivoluzione, in particolare a piazza Taghyeer (Cambiamento), ma resta alto il rischio di incidenti. Nei giorni scorsi, infatti, su Facebook è partita una campagna per trasformare l’anniversario della rivolta in una manifestazione anti-houthi, accusati di essere alleati di Saleh.
Chiuse temporaneamente molte ambasciate europee.

*** Apre l’Ambasciata di Spagna e delle Terre Africane


Oggi 3 vendemmiaio 134 (25 settembre 2014) nasce l’Ambasciata kaotica di Spagna e delle Terre Africane.
Dopo l’istituzione delle Ambasciate d’Italia, Francia e Malta, giungono a 4 le Ambasciate della Nazione Oscura nel mondo. La particolare duplice funzione è data dall’ubicazione dell’Ambasciata: Maspalomas de Gran Canaria, politicamente una regione della Spagna (e dell’Unione Europea), ma geograficamente un’isola africana.
Ambasciatore: Lukha B. Kremo
sede:
Maspalomas – Gran Canaria (España)
eMail

Ecco il discorso di insediamento dell’Ambasciatore Bommarito:
Discorso:

*** Apre l’Ambasciata kaotica a Malta


Dopo le ambasciate d’Italia e di Francia, apre ufficialmente alla mezzanotte dello 0 nevoso 134 (22 dicembre 2014) l’Ambasciata kaotica della Nazione Oscura Caotica a Malta.
Ambasciatore: Roberto Bommarito
sede:
St. Julians – Malta
eMail

Ecco il discorso di insediamento dell’Ambasciatore Bommarito:
“Sono orgoglioso e onorato di poter rappresentare la Nazione Oscura e Neorepubblica di Torriglia, che approdando alle coste maltesi raggiunge un’altra tappa importante verso l’obbiettivo di una presenza assoluta e infestante su tutta la superficie del globo terracqueo. Sono sicuro che questa cooperazione inter-culturale aprirà nuove porte e offrirà spunti di crescita a tutti i cittadini di entrambi gli Stati.
L’espansione di questa corrente artistico-satirica è sintomo di un futuro gravido di non so bene cosa ma che ci aspetta tutti affettuosamente a braccia aperte come la mantide religiosa, insetto tipico delle campagne maltesi.
Concludo questo breve discorso di insediamento con il saluto maltese: Sahha.”
[segue applauso]

Mail4Freedom: Happy New Eon & Game Over dall’Ambasciata di Užupis in Italia


Happy New Eon & Game Over per il 21/12/2012 da Gian Paolo Terrone, ambasciatore in Italia della Repubblica di Užupis di Vilnius.

Cartolina della Repubblica di Užupis

Cartolina della Repubblica di Užupis

Cartolina della Repubblica di Užupis

Cartolina della Repubblica di Užupis

Cartolina della Repubblica di Užupis - retro

Cartolina della Repubblica di Užupis – retro

Cartolina della Repubblica di Užupis - retro

Cartolina della Repubblica di Užupis – retro

Cartolina della Repubblica di Užupis

Cartolina della Repubblica di Užupis

Busta dalla Repubblica di Užupis

Busta dalla Repubblica di Užupis


Vedi altri partecipanti a Happy New Eon [21 brumaio 132 > … (14/11/2012 > …)]:
ODRZ
Guido Bondioli
Fraenz
John M. Bennett
Marina Salmaso
E.O.N. Post
Luigino Solamito
Psyche Out Fanzine di Silvano Pertone
Prisa.P
Giovanni Strada
Paul Tiililä
Vedi tutti i partecipanti alla Prima Fase “Mail4Freedom Begins” [20 brumaio 131 > 20 brumaio 132 (13/11/2011 > 13/11/2012)].

Siria: sempre peggio


Continuano i bombardamenti in Siria con decine di morti ogni giorno, la guerra si è estesa praticamente a tutto il Paese, dopo Homs, Damasco e Aleppo.

Alcuni attivisti siriani hanno tentato un blitz all’interno dell’ambasciata siriana in Italia. Sono stati tutti arrestati e sottoposti al giudizio per direttissima. In totale si tratta di 12 persone. Gli agenti delle Volanti e la Digos della Questura di Roma hanno bloccato i ragazzi grazie alla segnalazione dei militari addetti alla sicurezza dell’ambasciata. Gli attivisti apparterrebbero al Coordinamento dei siriani liberi di Milano, che da giorni manifestano contro il regime di Assad. L’assalto sarebbe stato pianificato per chiedere la destituzione dell’ambasciatore Hassan Khaddour.

L’11 febbraio, durante un incontro con i media, il portavoce del Ministero degli Esteri Siriano, Jihad Makdissi, ha affermato che la Siria ha chiesto agli ambasciatori di Libia e Tunisia di lasciare il Paese entro 72 ore. Jihad Makdissi ha inoltre annunciato che la Siria ha già chiuso la sua ambasciata in Qatar e richiamato gli ambasciatori in Kuwait ed Arabia Saudita.
Il 9 febbraio il Ministero degli Esteri libico aveva espulso il corpo diplomatico siriano, mentre il 4 il governo tunisino aveva cacciato dal paese l’ambasciatore siriano e dichiarato di non riconoscere più l’attuale governo.
Ad oggi hanno ritirato i propri ambasciatori in Siria: Usa, Spagna, Francia, Belgio, Olanda, India e Italia.

Mail4Freedom Begins: dall’Ambasciata di Venezia, Tiziana Baracchi


Lavori dall’Ambasciata di Venezia, di Tiziana Baracchi in risposta al progetto micronation/mail-art “Mail4Freedom”:

Energia eolica

Energia eolica


Fluxus

Fluxus


Archetipi

Archetipi


Banconota (fronte)

Banconota da 1000 Fluxus dell'Ambasciata di Venezia (fronte)

Banconota da 1000 Fluxus dell'Ambasciata di Venezia (verso)

Banconota da 1000 Fluxus dell'Ambasciata di Venezia (verso)


Busta di Tiziana Baracchi

Busta di Tiziana Baracchi


Vedi altri partecipanti:
Paul Tiililä
Michel Della Vedova
Stefano Sini Fossiànt
Maurizio Follin
Vittore Baroni
Claudio Romeo

Iran: cercasi ambasciatore


Questo messaggio è rivolto agli iraniani: cerchiamo un iraniano, che abiti dovunque sul pianeta, che possa interagire con noi e raccontarci la propria versione dei fatti.
Mentre l’Occidente chiude le ambasciate in Iran per divergenze con il governo, noi cerchiamo di aprire un dialogo con gli iraniani, veri cittadini dell’Iran.

Uzupio Constitution


Repubblica di Užupis
La Repubblica di Užupis (quartiere degli artisti di Vilnius, circondato dalla Lituania), tramite l’Ambasciata del Nord Milanese, ci invia in via ufficiale la propria costituzione, che di seguito pubblichiamo.
La Repubblica di Užupis sarà inserita nelle micronazioni che riceveranno la nostra onoroficenza.

Testo della Costituzione di Uzupis:

1. Tutti hanno diritto di vivere vicino al fiume Vilnia e il fiume ha diritto di scorrere
2. Tutti hanno il diritto all’acqua calda, al riscaldamento d’inverno e a un tetto
3. Tutti hanno il diritto di morire ma non è un obbligo
4. Tutti hanno il diritto di fare errori
5. Tutti hanno il diritto di essere unici
6. Tutti hanno il diritto di amare
7. Tutti hanno il diritto di non essere amati
8. Tutti hanno il diritto di essere mediocri e sconosciuti
9. Tutti hanno il diritto di oziare
10. Tutti hanno diritto di amare un gatto e prendersi cura di lui
11. Tutti hanno il diritto di badare al cane fino a quando uno dei due muore
12. Il cane ha diritto di essere un cane
13. Il gatto non è obbligato ad amare il suo padrone, ma deve essere di aiuto nei momenti di necessità
14. A volte si ha il diritto di essere inconsapevoli dei propri doveri
15. Tutti hanno il diritto di avere dei dubbi, ma non è obbligatorio
16. Tutti hanno il diritto di essere felici
17. Tutti hanno il diritto di essere infelici
18. Tutti hanno il diritto di stare in silenzio 19. Tutti hanno il diritto di avere fede
20. Nessuno ha il diritto di usare violenza
21. Tutti hanno il diritto di apprezzare la propria scarsa importanza
22. Nessuno ha il diritto di avere un progetto per l’eternità
23. Tutti hanno il diritto di comprendere
24. Tutti hanno il diritto di non capire
25. Tutti hanno il diritto di appartenere a qualunque nazionalità
26. Tutti hanno il diritto di celebrare o non celebrare il proprio compleanno
27. Tutti devono ricordare il proprio nome
28. Tutti hanno il diritto di dividere ciò che posseggono
29. Nessuno può dividere ciò che non possiede
30. Tutti hanno il diritto di avere fratelli, sorelle e parenti
31. Tutti possono essere indipendenti
32. Tutti sono responsabili della propria libertà
33. Tutti devono poter piangere
34. Tutti hanno il diritto di essere fraintesi
35. Nessuno ha il diritto di dichiarare colpevole il prossimo
36. Tutti hanno il diritto all’individualità
37. Tutti hanno il diritto di non avere diritti
38. Tutti hanno il diritto di non avere paura
39. Non deludere
40. Non combattere
41. Non cedere

La NeoRepubblica di Torriglia chiede quattro Ministeri all’Italia


Dopo la richiesta a Pontida dei “colonnelli” della Lega Nord di ben quattro ministeri (“Lavoro” a Milano, “Economia“, “Riforme” e “Semplificazione” a Monza), la NeoRepubblica di Torriglia chiede ufficialmente il trasferimento dei seguenti Ministeri a Torriglia: “Interni“, “Affari Esteri“, “Difesa” e “Istruzione, Università e Ricerca”.
La richiesta sarà depositata presso l’Ambasciatore Kaotica di Roma (nella persona di Zoon Battisti).

Il Capo di Stato Kaotico: Lukha Kremo Baroncinij

Apre l’Ambasciata Kaotica a Roma


Dichiarazione di intenti della NeoRepubblica Kaotica di Torriglia

Il momento politico internazionale esige un atto di svolta unilaterale. La situazione degenerata e instabile, originata dal furore ideologico non allineabile di Wikileaks, impone momenti formativi inediti.

In qualità di Ministro dell’Inumano, della Mistica Tecnologica e della Matematica, avoco a me i poteri per la ristrutturazione in chiave olografica della struttura politico-demagogica-diplomatico-futurista(ibile) di questo continuum. È necessario, inoltre obbligatorio, seguire un percorso di completa dismissione delle tecniche relazionali passate e attuali per rifondare, ripensare e ricostruire (non necessariamente in quest’ordine) i rapporti tra i futuri altri Stati, le odierne Multinazionali – tutti già efferatamente in disfacimento – e Noi.

Da Roma, dall’antico cuore pulsante dell’Impero più esteso del mondo antico, muoviamo scevri da qualsiasi reminescenza recente (anzi, fautori di una politica ragionata che escluda orrende comunanze e cameratismi) e APRIAMO LA NUOVA AMBASCIATA DEL LIBERO STATO DELLA NEOREPUBBLICA KAOTICA DI TORRIGLIA, in territorio neutrale (sul WEB) e sul territorio libero di casa nostra. Altri scopi non secondari e non palesati saranno la difesa dei diritti dell’evoluzione postumana in questo Stato, lo faremo appoggiando ogni forma di sperimentazione genetica, cibernetica, inumana e abiologica fuori e dentro i nostri confini.

Chiunque voglia interloquire con noi ha il dovere di cercarci, posto l’assunto che noi non vi cercheremo nemmeno in presenza di atti belligeranti nei vostri confronti.

Noi saremo tutto; dopo, sarà naturale esserlo.

L’ambasciatore Sandro Zoon Battisti.