*** XIV anniversario della Nazione Oscura Caotica


Alla mezzanotte del 22 dicembre del 2018 (o nevoso 138) la Nazione Oscura Caotica compie 14 anni!
Era il solstizio del 2004 quando infatti il presidente Lukha B. Kremo, allora Lukha Kremo Baroncinij, dichiarava l’Indipendenza della Nazione Oscura Caotica, dopo averlo fatto pubblicamente il 18 dello stesso mese alla Cueva di Milano. Il progetto in realtà era cominciato a maggio 2004, e a settembre 2004 era stata dichiarata “l’autonomia”.

*** 12 anni di Nazione Oscura Caotica


Alla mezzanotte di stasera la Nazione Oscura Caotica compie ben 12 anni!
Era il solstizio del 2004 quando infatti il presidente Lukha B. Kremo, allora Lukha Kremo Baroncinij, dichiarava l’Indipendenza della Nazione Oscura Caotica, dopo averlo fatto pubblicamente il 18 dello stesso mese alla Cueva di Milano. Il progetto in realtà era cominciato a maggio e a settembre era stata dichiarata “l’autonomia”.
Quindi più di 12 anni che hanno visto alti e bassi, ma anche larghi e stretti, grassi e magri, luci e ombre, genio e sregolatezza, con ben 4 Legislature di Governo e alcuni episodi memorabili come, per esempio:
– il congelamento delle relazioni diplamatiche con l’invio di ghiaccio chimico da frigo al Quirinale, proprio nel giorno dell’attentato di un folle (la coincidenza fece tremare il Palazzo di Torriglia, qualsiasi cosa significhi).
– la fondazione del CICACICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni del CICAP).
– La promulgazione della Costituzione.
– Il riconoscimento da parte della Micronazione di Molossia (micronazione dal 1977).

Lukha Kremo Baroninij al TG nazionale di Torriglia

Lukha B. Kremo al TG nazionale di Torriglia

*** 5 anni di blog e 11 di Nazione Oscura


Oggi questo blog compie ufficialmente 5 anni, mentre decorre l’XI anniversario dell’Indipendenza della Nazione Oscura Caotica (nata appunto il solstizio invernale del 2004).
Dal solstizio del 2010 la nostra nazione è stata accompagnata da questo visitatissimo blog, che è arrivato quasi a 160.000 visualizzazioni da più di 100 Paesi. Alcuni articoli hanno avuto decine di migliaia di visite.
Ormai da 3 anni la Gazzetta Ufficiale di Trantor esce l’equinozio autunnale (non più il solstizio), ovvero alla decorrenza del Capo Danno Caotico nonché della nostra “Autonomia” (23 settembre).
Il prossimo appuntamento, in frimaio (gennaio), è il 17° anno di emissione filatelica!

Il presidente Caotico saluta tutti i cittadini con un caloroso

B E G L O S T Y

(ascoltare con l’inno nazionale e/o altro inno a scelta)

Il nostro Inno Nazionale [Our National Anthem]

titolo/title: Sarajevo
autore/author: Krell

Marcia funebre ufficiale.

titolo/title: America
autore/author: Intonarumori

Inno celebrativo ufficiale.

titolo/title: Individualisme/Avantgarde
autore/author: F.I.A.T.

Mondovisione.

titolo/title: Arts Uhtaraz
autore/author: Intonarumori

Eurovisione.

titolo/title: Te Deum Krell MisciA Bis
autore/author: Intonarumori

Passaporto Nazione Caotica Oscura

Passaporto Nazione Caotica Oscura

Bandiera della Nazione Oscura Caotica

Bandiera della Nazione Oscura Caotica

*** Dieci anni di Nazione Oscura


La simultanea celebrazione dell’anniversario del progetto della Nazione Oscura Caotica e del Connettivismo (già fatto notare nel post di ieri) è la conferma del continuo dialogo dei due progetti e del perfetto parallelismo. Così, dopo le parole di Sandro Battisti, abbiamo ragginto il presidente della Nazione Oscura Caotica, attualmente a Gran Canaria, impegnato come Ambasciatore Caotico di Spagna e delle Terre Africane, per esprimere un analogo pensiero.

“L’ossessione per la continuità è necessaria per dare autentico significato a un progetto di ricerca in qualsiasi campo dello scibile. Fare ricerca è fondamentale nella scienza, come nell’arte e nello spiritualismo. Uno dei miei motti è “La meta è il viaggio”. La Nazione Oscura Caotica ha avuto vita continuativa per 10 anni, ogni anno è uscito un bollettino ufficiale, e negli ultimi 4 anni ha avuto un blog assiduamente aggiornato. Tra le fila di questo progetto ci sono diversi personaggi, ma vorrei ricordarne solo uno: il compianto Vittorio Curtoni, direttore della rivista Robot negli anni Settanta e poi nuovamente negli anni Duemila fino alla morte.

La continuità è però funzionale al traguardo: altrettanto importante, dopo la ri/cerca, è il ri/trovamento. Per questo amo il motto di Pablo Picasso “Io non cerco, trovo”. E per coniugare continuità e novità, ricerca e ritrovamento è necessaria la trasformazione. La Nazione Oscura Caotica si trasforma in Neorepubblica di Torriglia dopo i primi 5 anni di vita, per poi riassumere quest’anno il nome originario come Federazione che contiene sia la Neorepubblica di Torriglia, che Livorno CIttà Aperta. Trasformazione nella continuità.

Ringrazio tutti quelli che hanno preso parte e prendono parte al progetto della Nazione Oscura. Veggenti più o meno consapevoli!

Non ringrazio tutti quelli che (anche in anni precedenti) hanno pensato che fossi pazzo, drogato, inaffidabile, amorale e probabilmente anche criptofascista. Larve!”

(Lukha B. Kremo)

COSTITUZIONE
della NAZIONE OSCURA CAOTICA
e FEDERAZIONE delle REPUBBLICHE:
NEOREPUBBLICA di TORRIGLIA
LIVORNO CITTÀ APERTA

Promulgata e approvata il 26 nevoso 132 (17 gennaio 2013)
e modificata il 10 termidoro 133 (31 luglio 2014) e approvata il 16 termidoro 133 (6 agosto 2014)

Principi fondamentali

Art. 1
La Nazione Oscura Caotica è una Federazione di Repubbliche Democratiche Dirette, fondate sulla libertà.
Essa comprende la Neorepubblica di Torriglia e Livorno Città Aperta.
La sovranità appartiene ai cittadini.
I cittadini diventano Oscuri e Caotici dopo l’acquisto del passaporto vidimato.
I cittadini hanno diritto di voto, ma non il dovere di voto. Il diritto di voto deve essere esplicitamente richiesto.
I cittadini hanno il diritto di proporre in forma scritta una legge o una modifica che i Ministri di Governo decideranno se mettere ai voti.
Il Presidente (Capo di Stato), i Ministri, il Guardasigilli, gli Ambasciatori e i Consoli hanno il diritto di proporre una legge o una modifica, accettare o meno proposte dai cittadini e diritto di veto ove previsto, oltre che funzioni rappresentative, organizzative, logistiche e promozionali della Neorepubblica.
Essi ricevono una retribuzione annuale dal Presidente e devono essere confermati annualmente.

Art. 2
La Federazione di Repubbliche riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, della donna, dei transessuali, dei bambini, degli animali, dei vegetali e dei funghi.

Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di uno dei possibili sessi, di razza, di specie, di evoluzione postumana, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Art. 4
La Federazione di Repubbliche riconosce l’importanza del lavoro, per il quale s’intende solo il lavoro retribuito.
Nel territorio della Federazione di Repubbliche non sono ammessi lavori non retribuiti, stage e altre forme di lavoro non pagato. Le casalinghe a tempo pieno devono essere retribuite.
Il lavoro non è obbligatorio, la disoccupazione è equiparata a una condizione di sacralità.

Art. 5
Lo Stato è laico e indipendente da qualsiasi chiesa, confessione, credo religioso, ossessione spirituale, esoterica o mania patologica.
I loro rapporti sono regolati dai Patti Chiari Amicizia Lunga.

Art. 6
La Federazione di Repubbliche promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica, tecnica, artistica, letteraria, musicale, olistica ed esoterica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico.

Art. 7
L’ordinamento giuridico Oscuro e Caotico si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.
Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici.
La pena di morte sarà ammessa solo nel caso di imputati a favore della pena stessa.

Art. 8
La Federazione di Repubbliche ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.
Ma la sostiene come mezzo di difesa dei diritti fondamentali dei cittadini.

Art. 9
La bandiera della Federazione di Repubbliche è lo stemma ufficiale Oscuro Caotico circondato dallo stemma dei Paesi non Appartenenti all’Onu, affiancato, in piccolo, dallo stemma del comune di Torriglia, con le torri senza merletti e l’aquila Avatar al posto di quella imperiale, e quello del comune di Livorno sovrapposto a parte di quello Oscuro Caotico, su fondo celeste.
La bandiera non è assolutamente sacra e può essere cambiata in ogni momento su richiesta della maggioranza dei cittadini.

Art. 10
La moneta è l’Avatar, con il valore equivalente a 1 euro se questo ha un valore maggiore del dollaro, o equivalente a 1 dollaro se questo ha valore maggiore dell’euro.

Art. 11
Qualsiasi nuova legge o modifica dev’essere approvata dal 50% + 1 dei votanti, entra in vigore subito e sarà pubblicata sull’annuale Gazzetta Ufficiale di Trantor, che esce annualmente.

Art. 12
Per i rapporti internazionali, la Federazione di Repubbliche prevede trattati con altre nazioni o micronazioni di Riconoscimento Reciproco, Amicizia Formale e/o Alleanza ed è regolato dal Presidente (Capo di Stato).

*** Decimi anniversari


La notte tra il 21 e il 22 dicembre 2014 (0 nevoso 134), (per quest’anno, esattamente alle 0:03) cade il X anniversario della nostra Indipendenza, il IV di questo blog, nonché il X anniversario del Movimento letterario del Connettivismo, a cui il nostro presidente appartiene (della singolare coincidenza, non voluta all’origine, abbiamo parlato altre volte, e vi rimandiamo al post di domani per saperne di più sul Connettivismo).
Come sempre, tutto ciò che diciamo è documentabile: infatti l'”autonomia” (Fondazione) venne dichiarata il 18 settembre 2004 a Casier, in provincia di Rovigo: qui potete vedere il Ministro del Nulla Alex Nasi (all’epoca non ancora ministro, ma che conobbe il capo di Stato quel giorno) che proprio in quell’occasione fece la performance di body art “San Sebastiano”, mentre qui potete ascoltare la dichiarazione d’Indipendenza del 16 dicembre 2004 (5 giorni prima della data ufficiale) alla Galleria d’Arte Occupata La Cueva di Milano.

Fa eccezione la stampa annuale dei francobolli, iniziata nel gennaio 2000 (quindi prima della fondazione della nazione oscura).

Vi auguriamo buon anno in attesa dell’ormai tradizionale “post col botto” del 31 dicembre.

2014: L’anno del centenario di G. A. Cavellini


Per Mail4freedom riceviamo da Vittore Baroni del materiale, tra cui l’autorizzazione allo stesso Baroni di celebrare il Centenario di G.A. Cavellini.
Nel 1971 GAC, stanco e deluso dall’indifferenza e dal fraintendimento con cui il Sistema dell’arte aveva accolto il suo lavoro di artista, decise con un atto rivoluzionario ed intraprendente che avrebbe fatto da solo, iniziando così la sua opera di “autostoricizzazione” mettendo in pratica, in vita, gli strumenti della celebrazione del proprio centenario, simbolo della condizione di un artista “arrivato”.
Iniziò col produrre i Manifesti che 16 tra i più importanti Musei del mondo avrebbero dovuto nel 2014 utilizzare per diffondere la comunicazione delle mostre a lui dedicate.
Continuò pubblicando la Pagina dell’Enciclopedia a lui dedicata ed invadendo il mondo con migliaia di adesivi contenti la sigla del suo centenario (1914 – 2014).
Ora che al 2014 siamo giunti ne celebriamo concretamente il suo Centenario.
Neorepubblica di Torriglia farà sapere come festeggerà l’Anniversario.

Autorizzazione alla celebrazione dell'Anniversario di Cavellini a Vittore Baroni

Autorizzazione alla celebrazione dell’Anniversario di Cavellini a Vittore Baroni


Francobolli del Centenario di G. A. Cavellini

Francobolli del Centenario di G. A. Cavellini

Sooner or Later Mail Art Will Join Money by EON

Sooner or Later Mail Art Will Join Money by EON


Busta di Vittorio Baroni

Busta di Vittorio Baroni

*** Buon IX anniversario! (500 di questi post!)


Oggi, 22 dicembre 2013, (0 nevoso 133) inizia il decimo anno dalla nostra Indipendenza e quindi festeggiamo il IX anniversario con il 500° post di questo blog.
Come alcuni di voi sanno, fino all’anno precedente oggi usciva la Gazzetta Ufficiale di Trantor, organo d’informazione ufficiale della NeoRepubblica Kaotica di Torriglia. Dal 132 (2013) abbiamo modificato la sua uscita al 22 settembre (0 vendemmiaio), per evitare l’accumularsi di impegni di fine anno, ma anche perché quel giorno rappresenta l’anniversario della nostra Fondazione (dichiarazione di Autonomia), nonché
l’ultimo giorno dell’anno kaotico (il giorno successivo, 23 settembre, è il Capo Danno, che da due anni viene celebrato con uno sConcerto).
Come sempre, tutto ciò che diciamo è documentabile: infatti l’atto di automonia (Fondazione) venne dichiarato pochi giorni prima, il 18 settembre 2004 a Casier, in provincia di Rovigo: qui potete vedere il Ministro del Nulla Alex Nasi (all’epoca non ancora ministro, ma che conobbe il capo di Stato quel giorno) che proprio in quell’occasione fece una performance di body art “San Sebastiano”.

Fa eccezione la stampa annuale dei francobolli, iniziata nel gennaio 2000 (quindi prima della fondazione della nazione kaotica): negli anni della Gazzetta di dicembre (dal 2004 al 2012) era stata anticipata entro il 21 dicembre per comparire nell’anteprima della Gazzetta stessa; da quest’anno i francobolli torneranno a essere stampati a gennaio (e quest’anno si festeggia il 15° anno consecutivo di stampa!)
Vi auguriamo buon anno in attesa dell’ormai tradizionale “post col botto” del 31 dicembre.