Rubate organi e mangiate cadaveri!


Secondo quanto emesso dal consiglio degli ulema (che risponde direttamente al sedicente califfo Abu Bakr al Baghdadi), i terroristi dell’Isis potranno “prendere impunemente gli organi degli apostati perchè (la loro vita) non merita rispetto”.
Non ci sono prove che l’Isis sia attualmente impegnato nel traffico di organi, ma viene fornita una giustificazione teologica per farlo in virtù della rigida interpretazione dell’islam del gruppo, che viene però respinta dalla maggior parte dei musulmani.
La giustificazione del traffico di organi viene fatta tracciando in qualche modo un’analogia con il cannibalismo in circostanze estreme, pratica che secondo la fatwa in passato alcuni studiosi dell’islam avevano permesso. “Un gruppo di studiosi islamici hanno permesso, se necessario, che una persona uccida un apostata per mangiare la sua carne e portare beneficio al proprio corpo”.

Annunci