La Russia alla conquista dell’Artide


Alla fine di agosto, la Russia ha iniziato un’esercitazione militare – la più grande nel mare di Bering dalla fine della Guerra Fredda – che si è svolta in parte nelle acque della zona economica esclusiva statunitense (Zee): la Zee è quell’area che si estende fino a 200 miglia dalle coste di un paese, in cui lo stesso paese può svolgere attività di pesca e sfruttamento delle risorse senza la competizione di altri stati, ma non può proibire il passaggio di navi straniere (la Russia poteva quindi transitarvi ma non intimare alle imbarcazioni americane di andarsene).

L’importanza del mare di Bering è legata allo sfruttamento delle risorse nella regione dell’Artide, che negli ultimi anni ha provocato una serrata competizione tra i Paesi che si affacciano sui mari del nord, tra cui Russia e Stati Uniti.