Disponibili le nuove banconote della Nazione Oscura


Dopo la sistemazione amministrativa del 10 termidoro (31 luglio), il nuovo passaporto (vedi come procurarselo), ecco anche le nuove banconote della Nazione Oscura Caotica. In 2 tagli, da 1 avatar e da 5 avatar (equivalenti, al momento, a 1 euro e 5 euro), hanno dimensioni ridotte rispetto alle precedenti e quindi sono più pratiche. I ministri e chi detiene un’istituzione caotica verranno a breve pagati con queste banconote che, si ricorda, sono valide per acquisti nel sito http://www.kipple.it.
Ecco come appaiono, la prima riproduce la Terrazza Mascagni di “Livorno Città Aperta”, la seconda un antico letto di Riola, frazione fantasma della “Neorepubblica di Torriglia”.

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (verso)

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (verso)


Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (verso)

Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (verso)

Annunci

La nuova banconota


Come l’Unione Europea (che ha presentato le nuove banconote da 5 euro), anche la Neorepubblica di Torriglia presenta i nuovi tagli della proprie banconote. Saranno da 1 e da 5 Avatar, e saranno stampate entro 1 settimana.
I tagli precedenti non andranno fuori corso e saranno ancora cambiati, ma non saranno più erogati. Per cambi o acquisti: http://www.kipple.it.
Ricordiamo che 1 avatar equivale a 1 euro quando l’euro ha valore maggiore del dollaro e 1 dollaro quando il dollaro ha valore maggiore dell’euro.

Banconota 1 Avatar (recto, 2013)

Banconota 1 Avatar (recto, 2013)

Banconota 1 Avatar (verso, 2013)

Banconota 1 Avatar (verso, 2013)

Banconota 5 Avatar (recto, 2013)

Banconota 5 Avatar (recto, 2013)

Banconota 5 Avatar (verso, 2013)

Banconota 5 Avatar (verso, 2013)

Mefedrone o M-Cat: la nuova droga


Ci occupiamo di questa nuova droga, sulla consuetudine della rubrica “Informadroga” che curavamo sulla rivista Avatär (dal 2000 al 2004) in cui presentavamo droghe vecchie e nuove (nel maggio 2000 segnalammo la Ketamina, da pochissimi anni sul mercato degli stupefacenti, che da lì a poco si sarebbe diffusa enormemente.)
Questa volta segnaliamo un droga ancora diffusa pochissimo anche se dichiarata illegale nel luglio 2010: il mefedrone o M-CAT, ovvero la versione sintentica del Khat (droga consumata in Yemen, Etiopia e Kenya).
Nome chimico: Methylmethcathinon / 4-MMC , metcatinone (2-metilammino-1-fenilpropano),
Altri nomi: Mephedrone, Meow meow, M-Cat, M-Khat, Bubbles, Meph, Drone.
Si tratta di una sostanza prodotta sinteticamente, strettamente imparentata con la cathina, il principio attivo contenuto nella pianta del Khat. Dalla pianta viene estratta la polvere (detta Cat).
L’M-Cat è la versione completamente di sintesi, di aspetto bianco cristallino, simile alla cocaina, viene sniffato, più raramente fumato, ingerito o iniettato.
Dosaggio: sniffato 50-70 mg (non superare mai i 300 mg in una notte).
Gli effetti dell’M-Cat sono molto diversi da quelli della pianta del Khat, sono molto più simili a quelli di altri “upper” (eccitanti), come ad esempio lo speed. Il CAT rimuove gli indicatori fisiologici del senso di stanchezza e di appetito, esalta la motricità e le prestazioni fisiche, genera stati d’euforia e di grande loquacità, nonché una tendenza alla socializzazione e allo scardinamento dei freni inibitori con momenti di agitazione interiore e di iperattività.
Inizio degli effetti: sniffato da 10 a 20 minuti dopo l’assunzione; ingerito da 30 a 45 minuti.
Durata degli effetti: dosaggi inferiori ai 30 mg: da 3 a 5 ore; dosaggi più elevati (oltre i 70 mg) fino a 24 ore.
L’M-Cat ha una forte azione logorante sul cuore e sul sistema circolatorio, secchezza delle fauci e pupille dilatate. Siccome inizialmente i suoi effetti appaiono minimi, è facile incorrere nel rischio di sovradosaggio causato da ripetute assunzioni. Un sovradosaggio può causare palpitazioni al cuore, disturbi gastrici, irrequietezza e disturbi del sonno. Alcuni consumatori lamentano un aumento dello stimolo e difficoltà di orinazione.
Altri consumatori cadono in stati depressivi con lo svanire degli effetti.
L’M-Cat può contenere forti impurità e grandi quantità di sostanze da “taglio”, poiché generalmente la sua produzione avviene in laboratori clandestini.
Rischi a lungo termine: esiste il pericolo di sviluppare dipendenza. Nel caso di assunzioni abbondanti e regolari, i rischi fisici e psichici e le modalità di consumo sono simili a quelli dello speed, della cocaina o della metamfetamina, cioè deterioramento di concentrazione, memoria a breve termine e disturbi nel linguaggio.
In laboratorio è stato osservato su cavie animali anche il cosiddetto “craving” (forte impulso ad aumentare in continuazione il consumo).
Consigli per ridurre i rischi:
• Dosalo con attenzione e non assumere subito alti quantitativi, la prima volta non più di 50mg o una riga di larga 1 millimetro e lunga 2 centimetri.
• Evita per quanto possibile il consumo misto; soprattutto non mischiare il CAT con altri eccitanti come lo speed, ecstasy e la cocaina.
• Non bere alcol perché ciò aggrava gli effetti collaterali su reni e fegato.
• Ha un’azione fortemente logorante sull’organismo. Prevedi perciò pause regolari fra un consumo e l’altro, e concediti un sufficiente riposo.
• Bevi regolarmente acqua o succhi di frutta, ma non in misura eccessiva, poiché l’orinazione può essere faticosa.
• Attenzione all’overdose. C’è il rischio di ipertermia maligna (surriscaldamento corporeo), portare subito il soggetto all’aria aperta usando acqua o ghiaccio per abbassare la temperatura prima possibile.
• Segui un’alimentazione equilibrata e sana, con un sufficiente apporto di vitamine e sali minerali.
• Osserva le regole per sniffare in modo sicuro, non scambiare il “pippotto” per non rischiare malattie.
[tratto dal sito di Lab57 e in parte da altri siti]

Mail4Freedom Begins: first contact


Il 20 brumaio 131 (13 novembre 2011) è partito il nuovo progetto di Micronation/Mail-art “Mail4Freedom” (la Prima Fase prende il nome di “Mail4Freedom Begins”).
Stiamo inviando in tutto il mondo pubblicazioni cartacee, francobolli e cd musicali, per chi ha voglia di destrutturare gli oggetti ricevuti e crearne una cosa nuova (immagine, file audio, qualsiasi cosa), oppure semplicemente commentare i nostri post con frasi inerenti al progetto.
Prima ad arrivare è Claudio Romeo, molto conosciuto nell’ambiente della mail art, con questo contributo: Avatar.

Avatar (Claudio Romeo)

Avatar di Claudio Romeo