Covid-19: in Italia più morti che in Cina


Da oggi 18 marzo in Italia si contano 3.407 decessi per il nuovo coronavirus  (41.035 contagi rilevati) covid-19 contro i 3.130 della Cina (con 81.155 contagiati), dove, nel frattempo l’epidemia si è fermata e per la prima volta si registrano infetti solo di ritorno da Europa o Usa.

Il covid-19 arriva in Italia


Il nuovo coronavirus, il Covid-2019 è arrivato in Italia, e,  aparte piccoli focolai (meno di 20), per la prima volta in Europa. Al momento di scrivere infatti, nel giro di due giorni, è stata raggiunta quota 224 contagi (di cui 174 solo in Lombardia), con 5 vittime.

Coronavirus dalla Cina: la situazione a fine gennaio


A una decina di giorni dell’annuncio dei primi casi dell’influenza genericamente chiamata Coronavirus, siamo a 170 morti. In un solo giorno i nuovi casi registrati in Cina sono stati oltre 1.700, più di mille dei quali solo nella provincia di Wuhan, secondo l’ultimo bilancio del governo centrale.

In totale i casi confermati salgono a quasi 8.000, di cui per il momento il 95% in Cina. Rispetto alla SARS ha un tasso di mortalità inore (intorno al 3-4%), ma ha un tasso di contagio tra persona a persona molto maggiore.