Rinasce il principato di Cerveteri?


Dopo il caso di Filettino, l’antica capitale etrusca di Cerveteri riporta alla luce una bolla papale che vanterebbe lo status di principato perpetuo. La lettura del documento si è tenuta in chiesa nella piazza Santa Maria del paese, prima della messa vespertina.
A scovare il documento un cultore di storia locale, Ugo Ricci, che ha riportato alla luce dagli archivi vaticani una bolla del 1709, mai revocata, con cui Clemente XI che elevava a “principato perpetuo in riconoscimento del valoroso contributo dato dai cittadini in difesa di Santa Romana Chiesa” il marchesato di Cerveteri, allora nelle mani di Francesco Maria Marescotti Ruspoli. Un premio del pontefice proprio per ringraziare il principe di aver creato a proprie spese, nel 1708, un piccole esercito di mille uomini – il reggimento Ruspoli – con il quale nel gennaio 1709 respinse gli austriaci a Ferrara.