Germania: neonazisti a caccia allo straniero


Proteste a Chemnitz dopo l’uccisione di un uomo da parte di due immigrati. Domenica, dopo che un 35enne tedesco era stato accoltellato a morte da un iracheno e un siriano, nei circoli degli hooligan era partito un tam tam rimbalzato su siti estremisti come “Kaotic Chemnitz”, ma anche l’Afd locale aveva chiesto di scendere in strada “perché lo Stato non riesce più a proteggere i suoi cittadini”. Qualcuno evoca persino i pogrom dei nazisti contro gli ebrei. Il ministro dell’Interno Horst Seehofer tace, perciò i Verdi hanno chiesto stamane le sue dimissioni. Angela Merkel: “Lʼodio non ha posto in uno Stato di diritto” e “La polizia ha fatto quello che ha potuto”.