La neorepubblica di Torriglia è con Marcello I di Seborga


Layout 1
Comunicato Seborga Originale

Colpo di Stato a Seborga!


Per conoscere la storia di Seborga, vai al nostro dossier.

Un “colpo di Stato” turba l’equilibrio di Seborga, autoproclamato Principato ligure alle spalle di Bordighera, dove un uomo da giorni sta rivendicando il diritto a governare. Una vicenda particolare che sta mettendo a rischio il quieto vivere del piccolo borgo ligure e dei suoi 320 abitanti, che hanno eletto il loro principe nel 2010. Il paesino ha però anche un sindaco, Enrico Ilariuzzi, eletto nel 2011, un vicesindaco e un’intera giunta, uniche autorità ad essere riconosciute dallo Stato italiano. Nonostante ciò adesso un cittadino francese ha gettato Seborga nel caos, costringendo il principe eletto Marcello I a rientrare di corsa dal suo viaggio istituzionale a Dubai. Tutto è successo quando Nicolas Mutte si è presentato come Nicolas 1er, vero Principe del piccolo comune: il “golpe” ha scatenato una babele nel paesino in provincia di Imperia, diventato di colpo terreno di scontro per la corona e governato adesso da due principi. Dopo l’autoproclamazione, infatti Nicolas 1er ha iniziato a svolgere tutte le funzioni di competenza del sovrano, organizzando incontri diplomatici, conferendo la cittadinanza per merito e nominando consoli e altri funzionari del Principato.

L’uomo ha poi creato un sito parallelo a quello ufficiale, principautedeseborga.com, tutto rigorosamente in francese, dove è stata pubblicata anche la lista dei ministri e segretari di Stato, anch’essi d’oltralpe, insieme a una copia della costituzione, datata 22 febbraio 2016, e alla descrizione della nuova politica del Principato, accanto alle informazioni turistiche e storiche del borgo. Il principe ha poi pubblicato un video messaggio in francese, rivolto a tutti i “Séborgiens et seborgiennes”, nel quale si impegna a battersi per ottenere l’indipendenza del Principato e dare prosperità agli abitanti. Dietro al complotto ci sarebbe un cittadino di Seborga, Marcel Mentil, collaboratore di vecchia data del Principato, al quale è stata immediatamente revocata la cittadinanza, così come ai suoi familiari e collaboratori.

Immediata la reazione del Principato che ha inviato una diffida formale al “principe” Nicolas 1er e a tutti i suoi collaboratori, invitandoli a non usare loghi e diciture del “Principato che sono protetti dalla legislazione internazionale sui marchi e a mettere offline il sito entro sette giorni”. “Queste persone fanno sul serio. Occorre che reagiate compatti e con decisione e se possibile in fretta” ha detto la principessa Nina, moglie del Principe eletto Marcello I, in attesa dell’arrivo del marito. Sul sito del Principato è poi stato pubblicato un comunicato nel quale si sottolinea che “non può esservi Principe di Seborga, dunque, che non sia legittimamente eletto dai Seborghini, i quali rifiutano unanimi con convinzione e fermezza tutti coloro che mostrano interesse verso il Principato con il solo fine di sfruttare un titolo per perseguire meri interessi personali“. A Seborga adesso tutti attendono il ritorno del Principe eletto, che incontrerà i Consiglieri della Corona e i Priori per prendere le iniziative più opportune.

La Neorepubblica di Torriglia, che già in passato ha avuto scambi diplomatici con la corona di Seborga, provvederà presto a prendere una posizione ufficiale.

Dieci anni di Nazione Oscura


La simultanea celebrazione dell’anniversario del progetto della Nazione Oscura Caotica e del Connettivismo (già fatto notare nel post di ieri) è la conferma del continuo dialogo dei due progetti e del perfetto parallelismo. Così, dopo le parole di Sandro Battisti, abbiamo ragginto il presidente della Nazione Oscura Caotica, attualmente a Gran Canaria, impegnato come Ambasciatore Caotico di Spagna e delle Terre Africane, per esprimere un analogo pensiero.

“L’ossessione per la continuità è necessaria per dare autentico significato a un progetto di ricerca in qualsiasi campo dello scibile. Fare ricerca è fondamentale nella scienza, come nell’arte e nello spiritualismo. Uno dei miei motti è “La meta è il viaggio”. La Nazione Oscura Caotica ha avuto vita continuativa per 10 anni, ogni anno è uscito un bollettino ufficiale, e negli ultimi 4 anni ha avuto un blog assiduamente aggiornato. Tra le fila di questo progetto ci sono diversi personaggi, ma vorrei ricordarne solo uno: il compianto Vittorio Curtoni, direttore della rivista Robot negli anni Settanta e poi nuovamente negli anni Duemila fino alla morte.

La continuità è però funzionale al traguardo: altrettanto importante, dopo la ri/cerca, è il ri/trovamento. Per questo amo il motto di Pablo Picasso “Io non cerco, trovo”. E per coniugare continuità e novità, ricerca e ritrovamento è necessaria la trasformazione. La Nazione Oscura Caotica si trasforma in Neorepubblica di Torriglia dopo i primi 5 anni di vita, per poi riassumere quest’anno il nome originario come Federazione che contiene sia la Neorepubblica di Torriglia, che Livorno CIttà Aperta. Trasformazione nella continuità.

Ringrazio tutti quelli che hanno preso parte e prendono parte al progetto della Nazione Oscura. Veggenti più o meno consapevoli!

Non ringrazio tutti quelli che (anche in anni precedenti) hanno pensato che fossi pazzo, drogato, inaffidabile, amorale e probabilmente anche criptofascista. Larve!”

(Lukha B. Kremo)

COSTITUZIONE
della NAZIONE OSCURA CAOTICA
e FEDERAZIONE delle REPUBBLICHE:
NEOREPUBBLICA di TORRIGLIA
LIVORNO CITTÀ APERTA

Promulgata e approvata il 26 nevoso 132 (17 gennaio 2013)
e modificata il 10 termidoro 133 (31 luglio 2014) e approvata il 16 termidoro 133 (6 agosto 2014)

Principi fondamentali

Art. 1
La Nazione Oscura Caotica è una Federazione di Repubbliche Democratiche Dirette, fondate sulla libertà.
Essa comprende la Neorepubblica di Torriglia e Livorno Città Aperta.
La sovranità appartiene ai cittadini.
I cittadini diventano Oscuri e Caotici dopo l’acquisto del passaporto vidimato.
I cittadini hanno diritto di voto, ma non il dovere di voto. Il diritto di voto deve essere esplicitamente richiesto.
I cittadini hanno il diritto di proporre in forma scritta una legge o una modifica che i Ministri di Governo decideranno se mettere ai voti.
Il Presidente (Capo di Stato), i Ministri, il Guardasigilli, gli Ambasciatori e i Consoli hanno il diritto di proporre una legge o una modifica, accettare o meno proposte dai cittadini e diritto di veto ove previsto, oltre che funzioni rappresentative, organizzative, logistiche e promozionali della Neorepubblica.
Essi ricevono una retribuzione annuale dal Presidente e devono essere confermati annualmente.

Art. 2
La Federazione di Repubbliche riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, della donna, dei transessuali, dei bambini, degli animali, dei vegetali e dei funghi.

Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di uno dei possibili sessi, di razza, di specie, di evoluzione postumana, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Art. 4
La Federazione di Repubbliche riconosce l’importanza del lavoro, per il quale s’intende solo il lavoro retribuito.
Nel territorio della Federazione di Repubbliche non sono ammessi lavori non retribuiti, stage e altre forme di lavoro non pagato. Le casalinghe a tempo pieno devono essere retribuite.
Il lavoro non è obbligatorio, la disoccupazione è equiparata a una condizione di sacralità.

Art. 5
Lo Stato è laico e indipendente da qualsiasi chiesa, confessione, credo religioso, ossessione spirituale, esoterica o mania patologica.
I loro rapporti sono regolati dai Patti Chiari Amicizia Lunga.

Art. 6
La Federazione di Repubbliche promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica, tecnica, artistica, letteraria, musicale, olistica ed esoterica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico.

Art. 7
L’ordinamento giuridico Oscuro e Caotico si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.
Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici.
La pena di morte sarà ammessa solo nel caso di imputati a favore della pena stessa.

Art. 8
La Federazione di Repubbliche ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.
Ma la sostiene come mezzo di difesa dei diritti fondamentali dei cittadini.

Art. 9
La bandiera della Federazione di Repubbliche è lo stemma ufficiale Oscuro Caotico circondato dallo stemma dei Paesi non Appartenenti all’Onu, affiancato, in piccolo, dallo stemma del comune di Torriglia, con le torri senza merletti e l’aquila Avatar al posto di quella imperiale, e quello del comune di Livorno sovrapposto a parte di quello Oscuro Caotico, su fondo celeste.
La bandiera non è assolutamente sacra e può essere cambiata in ogni momento su richiesta della maggioranza dei cittadini.

Art. 10
La moneta è l’Avatar, con il valore equivalente a 1 euro se questo ha un valore maggiore del dollaro, o equivalente a 1 dollaro se questo ha valore maggiore dell’euro.

Art. 11
Qualsiasi nuova legge o modifica dev’essere approvata dal 50% + 1 dei votanti, entra in vigore subito e sarà pubblicata sull’annuale Gazzetta Ufficiale di Trantor, che esce annualmente.

Art. 12
Per i rapporti internazionali, la Federazione di Repubbliche prevede trattati con altre nazioni o micronazioni di Riconoscimento Reciproco, Amicizia Formale e/o Alleanza ed è regolato dal Presidente (Capo di Stato).

Disponibili le nuove banconote della Nazione Oscura


Dopo la sistemazione amministrativa del 10 termidoro (31 luglio), il nuovo passaporto (vedi come procurarselo), ecco anche le nuove banconote della Nazione Oscura Caotica. In 2 tagli, da 1 avatar e da 5 avatar (equivalenti, al momento, a 1 euro e 5 euro), hanno dimensioni ridotte rispetto alle precedenti e quindi sono più pratiche. I ministri e chi detiene un’istituzione caotica verranno a breve pagati con queste banconote che, si ricorda, sono valide per acquisti nel sito http://www.kipple.it.
Ecco come appaiono, la prima riproduce la Terrazza Mascagni di “Livorno Città Aperta”, la seconda un antico letto di Riola, frazione fantasma della “Neorepubblica di Torriglia”.

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (verso)

Banconota Nazione Oscura da 1 avatar (verso)


Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (recto)

Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (verso)

Banconota Nazione Oscura da 5 avatar (verso)

Il presidente della Nazione Oscura dichiara Livorno Città Aperta


Stemma di Livorno Città Aperta

Stemma di Livorno Città Aperta

Oggi 10 termidoro 133 (31 luglio 2014 d.C.),
il presidente della nazione oscura Neorepubblica di Torriglia Lukha B. Kremo

Dichiara

Livorno “Città aperta”

ovvero città libera da qualsiasi conflitto e aperta a chi vuole organizzarla, e

Dichiara

altresì la nascita della
Federazione della Nazione Oscura Caotica
che comprende la “Neorepubblica di Torriglia” e “Livorno Città Aperta”.

Il presidente è ufficialmente in esilio volontario a Livorno dal 9 brumaio 133 (2 novembre 2014), dove ha soggiornato per 9 mesi e ha preso atto delle storiche elezioni comunali del 9 giugno 2014 in cui per la prima volta il Centrosinistra perde le elezioni (non era mai successo) in favore del Movimento 5 Stelle, fatto altresì importante per una città con le maggiori percentuali di elettori sinistrorsi in Italia (in effetti la maggiore insieme a Siena), nonché città dove nel 1921 vide la sicssione del Partito Socialista Italiano con la storica nascita del Pa(r)tito Comunista Italiano.
Livorno ha dimostrato così la sua forza, il suo pensiero utopistico ma pragmatico e la sua voglia di vero cambiamento. E non importa se il Movimento 5 Stelle non sia di Sinistra (ma nemmeno di Destra), ciò che importa è che non si può continuare a votare (come avviene a Siena) un gruppo politico che ha disatteso le speranze di una città. Livorno è di Sinistra, ma prima che di Sinistra è una città che ha voglia di aiutare gli altri (è una delle città con il più alto tasso di volontariato, nonostante la disoccupazione sia tra le più alte della Toscana!). E se la Sinistra oggi non rappresenta più questo “reciproco aiuto”, la città ha deciso di voltare pagina e provare il M5S (rappresentato dal neosindaco Filippo Nogarin).
Lukha B. Kremo, dopo 9 mesi, ha quindi deciso di “partorire” la decisione di dichiarare Livorno Città Aperta. In tal modo la nuova sistemazione della Nazione Oscura Caotica è quella di una Federazione, per ora organizzata in questo modo:
*Nome Ufficiale: Federazione della Nazione Oscura Caotica
con Governo Federale Caotico (che comprende tutti gli stati federati, con Capitale fittizia Trantor)
> Neorepubblica di Torriglia (capoluogo Torriglia).
> Livorno Città Aperta (capoluogo Livorno).

Ci sono tre motivi per questa decisione:
1) La propria esperienza sociale in questa città (oltre a questi mesi, ci è nato e ci ha vissuto qualche anno in precedenza).
2) Il risultato eclatante delle elezioni.
3) La decisione, presa oggi, di dichiarare presto concluso questo suo esilio volontario.

Il presidente Lukha B. Kremo dichiara infine che non farà ritorno a Torriglia, ma si recherà con la famiglia ad Atlantide, con l’intenzione di risiederci stabilmente, tenendo fede all’interpretazione più diffusa della loro collocazione: isole Canarie.

Lukha B. Kremo in sciopero della parola


Da oggi, 23 maggio 2014, il presidente della neorepubblica di Torriglia Lukha B. Kremo è in Sciopero della Parola (scritta). Non parlerà pubblicamente, non interverrà in discussioni, non risponderà a messaggi se non strettamente professionali o di urgenza apocalittica.
Il blog garantirà il servizio essenziale d’informazione con comunicati stampa copiati da siti, quotidiani e veline.
Lo Sciopero della Parola si protrarrà fino al 1° giugno 2014, salvo proroghe.
Le motivazioni verranno esplicitate in seguito.

Beglosty.

Kremo

San Marino “fa pace” con l’Italia


San Marino: l’uscita dalla black-list del Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano è certamente una notizia molto positiva. Il superamento del contenzioso con la vicina Italia rappresenta una fondamentale boccata d’ossigeno per il sistema economico e finanziario sammarinese. È una vittoria dell’intero Paese che ha compiuto uno sforzo enorme per adeguarsi ai parametri internazionali in materia di trasparenza, legalità e cooperazione fiscale.
Anche la neorepubblica di Torriglia si augura di riallacciare i rapporti con lo stato confinante, congelati ufficialmente dal 7 fiorile 132 (28 aprile 2013).
Il presidente Lukha B. Kremo ha promesso che si deciderà in merito quando ci sarà una chiara svolta nella politica italiana, che al momento è solo una promessa.

*** Stampati i francobolli 2014


Come già anticipato, da quest’anno i francobolli torneranno a essere stampati a gennaio, anziché a dicembre.
La casa editrice ufficiale della Nazione Oscura pubblica annualmente una serie di francobolli dal 2000, che dal 2009 comprende anche i francobolli ufficiali della NeoRepubblica di Torriglia. Venduti a fogli interi qui.

Folio 2014

Folio 2014

La Neorepubblica Kaotica rivendica l’isola Ucronia al largo del Pakistan


La neorepubblica Kaotica di Torriglia rivendica ufficialmente l’isolotto nato ieri a sud del Pakistan, a circa 1 chilometro e mezzo da Gwadar a causa della forte scossa di terremoto, dandole il nome di Ucronia: si tratta di un’isola lunga circa 200 metri, larga 100 e alta circa 20.

Isola Ucronia, 2013 Pakistan

Isola Ucronia, 2013 Pakistan


Nonostante si trovi nelle acque territoriali, non trattandosi appunto di acqua, la Neorepubblica Kaotica di Torriglia la rivendica per farne un’isola “libera”, una terra di nessuno, priva di sovranità, regolata da norme internazionali che ne tutelino l’ambiente, similmente a come accade oggi per le terre dell’Antartide.
Nessuno potrò sfruttarne l’ambiente per ricavarne lucro, nemmeno a livello turistico, chiunque potrà accedervi senza passaporto o con Passaporto Kaotico.

*** Esce la Gazzetta Ufficiale di Trantor n.10


Oggi, 22 settembre 2013 (0 vendemmiaio 133) esce il 10° numero dell’annuale Gazzetta Ufficiale di Trantor, organo d’informazione ufficiale della NeoRepubblica Kaotica di Torriglia. A differenza degli anni precedenti (la Gazzetta è sempre uscita, dal 2004, il 22 dicembre), la sua pubblicazione è stata anticipata al 0 vendemmiaio, giorno che precede il Capo Danno ufficiale della Neorepubblica (1° vendemmiaio).

La Gazzetta Ufficiale di Tranton n.10

La Gazzetta Ufficiale di Tranton n.10


La Gazzetta di Trantor è disponibile qui in formato PDF a colori al prezzo simbolico 0,10 avatär (10 centesimi di euro) a copia.
Solo per i collezionisti e i feticisti della carta sarà disponibile in formato cartaceo A COLORI, in sole 20 copie numerate al prezzo di 2,00 avatär (2,00 euro) a copia. Disponibili qui.

I ministri e chi occupa posizioni istituzionali hanno diritto a una copia cartacea gratuita, che riceveranno prossimamente via posta.
Qui potete vedere (e acquistare) tutte le Gazzette uscite e molto altro.

Le banconote della Neorepubblica di Torriglia in una collezione in Cina


Riceviamo la foto di un collezionista cinese di banconote di micronazioni, che mostra le banconote della Neorepubblica di Torriglia inserite nei loro folder.

Banconote della Neorepubblica di Torriglia in una collezione

Banconote della Neorepubblica di Torriglia in una collezione

Il presidente kaotico a Bellaria


Lukha B. Kremo

Lukha B. Kremo

Il presidente della Neorepubblica di Torriglia Lukha B. Kremo, sarà presente ufficialmente alla STICCON-ITALCON di Bellaria i giorni 24 e 25 maggio 2013 (convention di Star Trek e della fantascienza italiana).
Ne dà il triste annuncio l’ufficio stampa della presidenza.
Informazioni sulla STICCON.
Informazioni sull’ITALCON.

Delos Store riconosce la Neorepubblica di Torriglia


Anche il Delos Store (www.delosstore.it) riconosce la Neorepubblica di Torriglia. Facendo un ordine, nel menu in cui si indica la nazione a cui spedire è inclusa anche la Neorepubblica di Torriglia.
Vi ricordiamo che Kipple Officina Libraria (www.kipple.it) riconosce la Neorepubblica di Torriglia (e le diverse zone geografiche), oltre che la moneta Avatar.
DelosStore

La Repubblica di Molossia riconosce la Neorepubblica di Torriglia!


Il presidente Kevin Baugh della Repubblica di Molossia, micronazione dal 1977 (vedi i dettagli della micronazione nel nostro dossier), ha firmato un trattato di Mutuo Riconoscimento e Amicizia (Mutual Recognition & Friendship) con la Neorepubblica Kaotica di Torriglia, nel nome del presidente Lukha B. Kremo. Il trattato ha decorrenza il 1° marzo 2013 (9 ventoso 132).
Ecco lo storico documento:

Trattato di Mutuo Riconoscimento e Amicizia tra Repubblica di Molossia e Neorepubblica di Torriglia (2013)

Trattato di Mutuo Riconoscimento e Amicizia tra Repubblica di Molossia e Neorepubblica di Torriglia (2013)

Francobolli emssi dalla Repubblica di Molossia:

Francobollo della Repubblica di Molossia da 1 Valora

Francobollo della Repubblica di Molossia da 1 Valora

Francobollo della Repubblica di Molossia da 1 Valora

Francobollo della Repubblica di Molossia da 1 Valora

Cartoline della Repubblica di Molossia con il Presidente e la First Lady:

Il Presidente della Repubblica di Molossia Kevin Baugh

Il Presidente della Repubblica di Molossia Kevin Baugh


Il Presidente della Repubblica di Molossia Kevin Baugh e la First Lady

Il Presidente della Repubblica di Molossia Kevin Baugh e la First Lady

Da repubblica oligarchica a democrazia diretta: ecco la nuova Costituzione


Oggi 27 nevoso 132 (17 gennaio 2013 d.C.), si concludono le votazioni per approvare la Costituzione della neorepubblica kaotica di Torriglia e viene ufficialmente promulgata dal Capo di Stato Lukha B. Kremo che assume ufficialmente la nomenclatura di Presidente della repubblica democratica diretta. Fino a oggi, infatti, potendo votare solo i ministri e non tutti i cittadini che acquistavano il passaporto, si poteva parlare di repubblica oligarchica (ancora non rappresentativa perché i ministri non erano stati scelti dai cittadini). Con questa Costituzione la neorepubblica fa un doppio salto e passa alla democrazia diretta, grazie al fatto che tutti coloro che sono in possesso di un passaporto potranno votare chiedendone il diritto. Siamo arrivati quindi prima di Grillo e Ingroia.
Di seguito il voto e il testo ufficiale. La Costituzione è stata approvata all’unanimità in seconda votazione, dopo che in prima votazione alcuni comma dell’articolo 1 avevano avuto un risultato di 6 favorevoli e 6 contrari. L’articolo è stato successivamente modificato e approvato.

Costituzione Prima votazione

Costituzione Prima votazione

Costituzione Seconda votazione

Costituzione Seconda votazione


Ecco il documento originale, firmato con penna stilografica:
Costituzione pagina 1

Costituzione pagina 1


Costituzione pagina 2

Costituzione pagina 2


Il presidente firma la Costituzione con penna stilografica e piuma:
Kremo firma la Costituzione

Kremo firma la Costituzione


Il presidente approva la costituzione in versione digitale su eReader Kindle, segnando un altro primato: è la prima Costituzione nella storia ratificata in digitale.
Kremo firma la Costituzione su eReader

Kremo firma la Costituzione su eReader

COSTITUZIONE
Principi fondamentali

Art. 1

Torriglia è una Neorepubblica Democratica Diretta, fondata sulla libertà.
La sovranità appartiene ai cittadini.
I cittadini diventano Torrigini dopo l’acquisto del passaporto vidimato.
I cittadini hanno diritto di voto, ma non il dovere di voto. Il diritto di voto deve essere esplicitamente richiesto.
I cittadini hanno il diritto di proporre in forma scritta una legge o una modifica che i Ministri di Governo decideranno se mettere ai voti.
Il Presidente (Capo di Stato), i Ministri, il Guardasigilli, gli Ambasciatori e i Consoli hanno il diritto di proporre una legge o una modifica, accettare o meno proposte dai cittadini e diritto di veto ove previsto, oltre che funzioni rappresentative, organizzative, logistiche e promozionali della Neorepubblica.
Essi ricevono una retribuzione annuale dal Presidente e devono essere confermati annualmente.

Art. 2

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, della donna, dei transessuali, dei bambini, degli animali, dei vegetali e dei funghi.

Art. 3

Tutti i cittadini Torrigini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di uno dei possibili sessi, di razza, di specie, di evoluzione postumana, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Art. 4

La Neorepubblica riconosce l’importanza del lavoro, per il quale s’intende solo il lavoro retribuito.
Nel territorio della Neorepubblica non sono ammessi lavori non retribuiti, stage e altre forme di lavoro non pagato. Le casalinghe a tempo pieno devono essere retribuite.
Il lavoro non è obbligatorio, la disoccupazione è equiparata a una condizione di sacralità.

Art. 5

Lo Stato è laico e indipendente da qualsiasi chiesa, confessione, credo religioso, ossessione spirituale, esoterica o mania patologica.
I loro rapporti sono regolati dai Patti Chiari Amicizia Lunga.

Art. 6

La Neorepubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica, tecnica, artistica, letteraria, musicale, olistica ed esoterica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico.

Art. 7

L’ordinamento giuridico torrigino si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.
Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici.
La pena di morte sarà ammessa solo nel caso di imputati a favore della pena stessa.

Art. 8

La Neorepubblica ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali.
Ma la sostiene come mezzo di difesa dei diritti fondamentali dei cittadini.

Art. 9

La bandiera della Neorepubblica è lo stemma del comune di Torriglia, con le torri senza merletti e l’aquila Avatar al posto di quella imperiale, su fondo celeste.
La bandiera non è assolutamente sacra e può essere cambiata in ogni momento su richiesta della maggioranza dei cittadini.

Art. 10

La moneta è l’Avatar, con il valore equivalente a 1 euro se questo ha un valore maggiore del dollaro, o equivalente a 1 dollaro se questo ha valore maggiore dell’euro.

Art. 11

Qualsiasi nuova legge o modifica dev’essere approvata dal 50% + 1 dei votanti, entra in vigore subito e sarà pubblicata sull’annuale Gazzetta Ufficiale di Trantor, che esce annualmente.

Art. 12

Per i rapporti internazionali, la Neorepubblica prevede trattati con altre nazioni o micronazioni di Riconoscimento Reciproco, Amicizia Formale e/o Alleanza ed è regolato dal Presidente (Capo di Stato).

It’s a new style!


Restyling del blog ufficiale della n/azione oscura neorepublica di Torriglia in occasione di un paio di notizie (per noi) storiche. In questi giorni, infatti, il Governo Oscuro ha votato la nuova Costituzione!
Inoltre la Presidenza ha attuato una campagna di riconoscimenti intermicronazionali.

La nuova banconota


Come l’Unione Europea (che ha presentato le nuove banconote da 5 euro), anche la Neorepubblica di Torriglia presenta i nuovi tagli della proprie banconote. Saranno da 1 e da 5 Avatar, e saranno stampate entro 1 settimana.
I tagli precedenti non andranno fuori corso e saranno ancora cambiati, ma non saranno più erogati. Per cambi o acquisti: http://www.kipple.it.
Ricordiamo che 1 avatar equivale a 1 euro quando l’euro ha valore maggiore del dollaro e 1 dollaro quando il dollaro ha valore maggiore dell’euro.

Banconota 1 Avatar (recto, 2013)

Banconota 1 Avatar (recto, 2013)

Banconota 1 Avatar (verso, 2013)

Banconota 1 Avatar (verso, 2013)

Banconota 5 Avatar (recto, 2013)

Banconota 5 Avatar (recto, 2013)

Banconota 5 Avatar (verso, 2013)

Banconota 5 Avatar (verso, 2013)

*** Esce la Gazzetta Ufficiale di Trantor n. 9 a colori


Oggi, 22 dicembre 2012, (0 nevoso 132) inizia il nono anno dalla nostra indipendenza, e puntualmente esce il 9° numero dell’annuale Gazzetta Ufficiale di Trantor, organo d’informazione ufficiale della NeoRepubblica Kaotica di Torriglia.

Gazzetta Ufficiale di Trantor n. 9

Gazzetta Ufficiale di Trantor n. 9


La Gazzetta di Trantor è disponibile qui in formato PDF a colori al prezzo simbolico 0,10 avatär (10 centesimi di euro) a copia.
Solo per i collezionisti e i feticisti della carta sarà disponibile in formato cartaceo in sole 20 copie numerate al prezzo di 2,00 avatär (2,00 euro) a copia, quest’anno per la prima volta a colori! Disponibili qui.
Al suo interno potrete vedere tutti i francobolli che sono stati stampati dalla Neorepubblica Kaotica di Torriglia.
I ministri e chi occupa posizioni istituzionali hanno diritto a una copia cartacea gratuita, che riceveranno prossimamente via posta.
Qui potete vedere (e acquistare) tutte le Gazzette uscite e molto altro.

*** Apre il Ministero dello Svelamento del Grande Inganno


Dallo 0 nevoso (22 dicembre 2012) è attivo un nuovo minitero.

Ministero dello Svelamento del Grande Inganno.
Ministro: Anthony Nikolaus Alisei

Programma:
1. Laddove ci si propone di restaurare i vecchi rapporti tra il vero SE’ e l’archetipo perduto della Grande Coscienza.
2. laddove si eserciti il libero arbitrio di spogliarsi delle architetture subumane e di poter credere in NULLA.
3. laddove si svelino i segreti della ULTRAGENERAZIONE dei nuovi terrestri.
4. laddove si distruggono i sensi ingannatori e si arrivi alla agghiacciante verità del SÉ MITOCONDRIALE E LE SUE VERE ORIGINI.

Sede:
Castellana Grotte – Italia
eMail

(eventuali aggiornamenti sul menu “Governo e Ministeri”)

*** Stampati i francobolli 2013


Con qualche giorno di anticipo, sono già stati stampati quest’anno i francobolli che la casa editrice ufficiale della N/azione Oscura pubblica fin dal 2000, e che dal 2009 comprende anche i francobolli ufficiali della NeoRepubblica di Torriglia. Venduti a fogli interi qui.

Folio 2013

Francobolli 2013


Si tratta di un foglio di 16 francobolli adesivi, di cui 5 appartengono alla Neorepubblica.

Discorso di Capo Danno



Il 23 settembre 2012, ovvero il 1° vendemmiaio 132 è il nostro Capo Danno (seguiamo infatti il Calendario Rivoluzionario Francese). In questo giorno si è tenuta la celebrazione del Capo Danno della neorepubblica di Torriglia, con un messaggio in eurovisione, il discorso del Capo di Stato, lo “sConcerto musicale” di Dante Tanzi, Krell e ODRZ e il brindisi finale. Qui vediamo il discorso completo del capo di stato Lukha B. Kremo.

Berlusconi ultimo atto


Sembra andato in scena l’atto conclusivo della rappresentazione dell’era Berlusconi, una sorta di farsa ventennale (farsa non in senso polemico, ma nel vero senso del termine, ovvero di rappresentazione tra il divertente e il drammatico, come Berlusconi stesso ha voluto).
Stiamo parlando dell’annuncio, il 26 ottobre, della rinuncia alla ricandidatura politica, quello, il 27, della sentenza che lo condanna a quattro anni per frode fiscale, e, il 28-29, dei risultati catastrofici del Pdl alle elezioni amministrative della Sicilia.
La fine annunciata di Berlusconi si risolve in soli quattro giorni, a meno di un anno dal crollo politico del suo governo.
La sentenza dimostra che l’Italia ha avuto un Presidente del Consiglio reo di frode fiscale (condanna che va aggiunta alle tre precendenti), nonostante le ormai nenie complottiste delle “toghe rosse”. Infatti, che cos’ha di diverso la teoria delle toghe rosse, per esempio, dalla teoria che l’11 settembre sia un piano del governo statunitense?
Non esiste nessuna prova, ma solo indizi di parte che vengono organizzati senza tenere conto delle ragioni dei magistrati stessi. Diciamolo francamente: la magistratura è storicamente legata alla destra, questo è risaputo: al limite, al posto del delirante concetto di magistarti “comunisti” si può parlare di un gruppo minoritario di magistarti riunito sotto al bandiera di Di Pietro e dell’Italia dei Valori, contro il dilagare della corruzione.
Queste “toghe dei valori”, non certo rosse, potrebbero aver deciso di penalizzare una certa parte politica facendo leva sulla corruzione.
A parte il fatto che stiamo parlando ancora di una teoria non dimostrata, gli ambienti del Pdl cadono in contraddizione quando fanno notare che pochi processi hanno centrato il loro obiettivo di “delegittimazione politica”. Questi fatti mi sembrano la conferma che i processi non siano a senso unico, ma che esista ancora il tanto decantato garantismo (che per inciso non significa passarla liscia, cari sedicenti garantisti, ma significa considerare l’imputato innocente a tutti gli effetti fino a prova contraria).
Infine, il fatto che Berlusconi sia politicamente defunto, separa definitivamente la deligittimazione politica dalle intenzioni dei magistrati.
Insomma, Berlusoni si ostina ancora a parlare di toghe rosse come di Forza Italia, di come lui sia ancora incensurato, senza specificare che la maggioranza dei processi si sono conclusi in prescrizione, che non significa che l’imputato è innocente, no, significa: il reato non è così importante da dover procedere penalmente per più di un certo numero di anni. Il che la dice lunga di come il tizio in questione (ormai lo possiamo chiamare così), abbia una buona probabilità di averla letteralmente “passata liscia” per motivi formali.
Berlusconismo.
Che a capo del’Italia ci fosse stato un corrotto o no, poco importa, ora che il tizio e il suo disgregato gruppo non sono più politicamente influenti. Quello su cui tutti sono d’accordo è che l’era Berlusconi sia da considerare un periodo (per usare le parole della figlia Marina) straordinario (ovvero non ordinario) e che in Storia si studierà al pari dell’era Giolitti (per non dire Mussolini). Che poi ci abbia accompagnato nel baratro politico, amorale, maschilista, anticulturale e decadente è un opinione non assoluta, ma di una parte consistente del Paese, intellettuali e analisti sociali compresi.
Il problema è che il berlusconismo, anche se pare non avere grandi prospettive, non è morto.
Oltre al discorso puramente politico e del dissolvimento del Pdl, i caratteri “berlusconisti”, da un anno a questa parte, si notino come papaveri in un campo di grano (o come deiezioni nel deserto). Alcuni esempi: Renato Brunetta e altri esponenti del Pdl che fanno il gioco delle tre carte con le cifre per scaricare goffamente la responsabilità della crisi (che c’è dal 2008) su Monti (che denota la bassa professionalità dei politici berlusconisti e del modo in cui hanno rovinato l’immgine pubblica del politico, mentendo spudoratamente), Angelo Alfano che dice che non considera una sconfitta il crollo del suo partito in Sicilia, infine, elementi da estirpare rapidamente dalla politica come Franco Fiorito o Roberto Formigoni, che sembrano essere andati a scuola di berlusconismo, attaccando per difendersi, ostentando la propria corruzione come destrezza, anziché vergognarsi e nasconderla.
Insomma, gente ormai avulsa dalla realtà politica, che scarica ogni responsabilità agli altri salvando sempre se stessi, ultime vuote marionette della farsa berlusconiana che irritano forse più di prima, in quanto non si rendono conto che il clima politico e sociale è cambiato, che l’ingenua follia del berlusconismo è agonizzante, e che non siamo più nell’epoca dell'”io ho sempre ragione e tu hai sempre torto”.
Non a caso i berlusconisti sono gli eredi di Craxi, il primo che indignò l’opinione pubblica e che contribuì alla rovina dell’immagine del politico, oggi decisamente compromessa. Se Beppe Grillo cresce a livello esponenziale (vedi nostro articolo in merito) è grazie all’immagine che i berlusconisti hanno dato (e danno) del politico.
Immagino che la destra si riorganizzi in qualche anno, auguro loro solo di scegliere una strana diversa, caratterizzata dalla professionalità, dalla serietà, della moralità, lontana dalla spettacolarizzazione mediatica (caratteristiche che una volta appartenevano proprio alla destra), questo perché il mio discorso non venga preso per un “discorso di sinistra”, ma una riflessione sulle radici della crisi ideologica e politica del nostro Paese confinante.
Montismo.
Colgo infine l’occasione di chiarire la nostra posizione rispetto al governo Monti. In questi mesi di governo, infatti, abbiamo notato un netto “scolorimento” delle intenzioni di lotta all’evasione fiscale, alla corruzione e in generale del ripristino dei conti con una politica di equità sociale, che sembravano caratterizzare gli esordi di Monti. La sua connivenza con il mondo bancario non è solo un’ipotesi complottista, lo dimostra il fatto che l’ipotesi di eliminare o quanto meno ridurre le spese delle operazioni bancarie, è stata ritirata in fretta e furia dopo la minaccia dell’ABI, timorosa che la propria dirigenza e il proprio managment dovessero rinunciare ai loro stipendi a sei cifre.
Monti non poteva dire no alle banche, così ha optato per l’aumento dell’Iva, dimostrando ai fatti di ignorare i presupposti con cui aveva cominciato.
Nonostante ciò, la Neorepubblica di Torriglia, avendo votato la fiducia (anche se solo di un voto), si rende conto che le opinioni personali sono una cosa personale, altro è la convivenza sociale. Così, coerentemente alle scelte prese, rispetta il proprio appoggio a Monti fino alle prossime elezioni, che sia augura vengano il prima possibile con una nuova legge elettorale.

Collegamento in Eurovisione con la Neorepubblica di Torriglia


Ecco il video in collegamento Eurovisione avvenuto il giorno di Capo d’anno (1° vendemmiaio 132 ovvero il 23/09/2012) durante lo sConcerto di Capo Danno della Neorepubblica di Torriglia.
Buona visione.

sCONCERTO: primo report


Ecco le prime immagini dello sConcerto di Capo Danno 132 (foto di Laura Daniele).

sConcerto di Capo Danno 132

sConcerto di Capo Danno 132


Marcella Fanzaga, Krell, ODRZ e Dante Tanzi

Marcella Fanzaga, Krell, ODRZ e Dante Tanzi


Krell

Krell

Dante Tanzi

Dante Tanzi

Marcella Fanzaga

Marcella Fanzaga

ODRZ

ODRZ


Krell e Massimo ODRZ

Krell e Massimo ODRZ

Il buffet "oscuro"

Il buffet “oscuro”

Conto alla rovescia del Capo Danno - New Yerar's day Countdown

Conto alla rovescia del Capo Danno – New Yerar’s day Countdown


Si ringraziano di cuore tutti i performer e il pubbico, e si emette una nota di demerito per i ministri (tranne per quelli impossibilitati per malattia o distanza) per la loro quasi assoluta assenza!

Oggi lo sCONCERTO di CAPO DANNO


Invito sCONCERTO di Capo Danno

Invito sCONCERTO di Capo Danno


in occasione del capo danno kaotico 2012 (equinozio d’autunno
23 settembre)
T I I N V I T A A
sCONCERTO DI CAPO DANNO
DANTE TANZI + ODRZ + KRELL
esprimono SONORITA’ per il piacere dell’apparato uditivo
MARCELLA FANZAGA
esprime MOVIMENTI per il piacere dell’apparato visivo
segue offerta di BUFFET OSCURO
per il piacere dell’apparato olfattivo-gustativo
Via Canale, 5 – Torriglia (GE)
Inizio ore 15,00
1° vendemmiaio 132 – 23 settembre 2012
Il capo di stato
Lukha B. Kremo

sConcerto di Capo Danno a Torriglia


Domenica 1° vendemmiaio 132 (23 settembre 2012) la neorepubblica di Torriglia festeggia il sua Capo Danno con uno sConcerto di musica contemporanea. Interverranno: Krell, ODRZ, Dante Tanzi, Marcella Fanzaga, oltre che il discorso di fine danno del capo di sttao Lukha B. Kremo e il collegamento video con l’Italia. La prenotazione è obbligatoria.

Invito dello sConcerto di Capo Danno 132 della neorepubblica di Torriglia

Invito dello sConcerto di Capo Danno 132 della neorepubblica di Torriglia


INVITO

*** Esce la Gazzetta Ufficiale di Trantor n. 8


Oggi, 22 dicembre 2011, (0 nevoso 131) inizia l’ottavo anno dalla nostra indipendenza, e puntualmente esce l’8° numero dell’annuale Gazzetta Ufficiale di Trantor, organo d’informazione ufficiale della NeoRepubblica Kaotica di Torriglia.

Gazzetta Ufficiale di Trantor n. 8

Gazzetta Ufficiale di Trantor n. 8


La Gazzetta di Trantor è disponibile qui in formato PDF a colori al prezzo simbolico 0,10 avatär (10 centesimi di euro) a copia.
Solo per i collezionisti e i feticisti della carta sarà disponibile in formato cartaceo in sole 25 copie numerate al prezzo di 2,00 avatär (2,00 euro) a copia. Disponibili qui.
Al suo interno potrete vedere l’anteprima dei nostri francobolli, inclusi quelli nuovi, che saranno disponibili a giorni.
I ministri e chi occupa posizioni istituzionali hanno diritto a una copia cartacea gratuita, che riceveranno prossimamente via posta.
Vi ricordiamo che ogni anno pubblichiamo un certo numero di francobolli, di cui una parte sono specificatamente dedicati alla NeoRepubblica di Torriglia.
Qui potete vedere (e acquistare) tutte le Gazzette uscite e molto altro.

*** Annuntio vobis gaudium magnum


che il giorno 10 del mese di Brumaio dell’anno 131.97.1.23 ovvero l’anno 131 dell’Anno Planetario 97 (durata del periodo orbitale tropico di Plutone) dell’Anno Magnetico 1 (periodo di rotazione dell’asse elettromagnetico terrestre) dell’Anno Solare 23, ovvero l’anno 4.539.841.883 dalla nascita del Sistema Solare (siamo bene informati!), ovvero il 2 novembre 2011 d.C. secondo il Calendario Gregoriano (semplice, no?), dicevamo, in questo giorno, dedicato alle anime dei defunti, nasce la III legislatura del Governo Oscuro della N/azione Kaotica NeoRepubblica di Torriglia, con 9 Ministeri, 2 Ambasciate (Italia e Francia), 1 Guardasigilli e 1 Questrice.
Ognuno delle personalità riceverà li kit della NeoRepubblica comprensivo, tra le altre cose, del nuovo Passaporto, da utilizzare e mostrare alle autorità doganali.

[Un aneddoto: il nostro cittadino Christopher Wonder, mago ai concerti di Vinicio Capossela, mostrò il passaporto Kaotico alla Polizia Italiana, che rispose: “Non è un documento valido”, come se fosse soltanto scaduto.]

La Neorepubblica di Torriglia riconosce la Palestina e il Sudan del Sud


Mentre il mondo si trastulla in disquisizioni al limite della filosofia riguardo al fatto di riconoscere o meno uno Stato già indipendente da anni come la Palestina, (con l’ipocrisia degli stati Uniti, pericolosamente influenzati dal ceto dirigenziale ebraico) la NeoRepubblica di Torriglia comunica ufficialmente l’elenco della nazioni da essa riconosciute, sottolineando come riconosca lo Stato indipendente della Palestina fin dal 22 dicembre 2004 e che le ultime due nazioni riconosciute sono il Sudan del Sud (il 9 luglio 2001) e la Repubblica di Uzhupis (il 22 agosto 2011).

Da notare che i riconoscimenti di Stati Sovrani da parte della Neorepubblica Kaotica di Torriglia saranno ratificati al momento della nomina del Governo, che dovrà confermare o meno tali riconoscimenti e che il riconoscimento non presuppone l’indipendenza, ma è un riconoscimento di autonomia e/o indipendenza solo laddove richiesta dalla maggioranza dei cittadini/abitanti.

Al momento questi sono gli Stati che la NeoRepubblica di Torriglia riconosce e quelli che “non ne condanna l’indipendenza” dalla fondazione della n/azione Oscura KAOS-SF (22 dicembre 2004).

RICONOSCIUTI:

– I 193 stati membri dell’ONU (vedi elenco ufficiale aggiornato a oggi) con le seguenti eccezioni:
1. Regno Unito solo come Inghilterra.
2. Australia, Azerbaijan, Cina, Cipro, Danimarca, Francia, Georgia, Italia, Iraq, Israele, Lituania, Marocco, Moldavia, Nuova Zelanda, Serbia, Somalia, Sudan, Turchia, Ucraina e USA con le limitazioni in base agli altri Stati riconosciuti che non sono membri ONU.
[Da tenere presente che l’elenco comprende il nuovo membro dell’ONU Sudan Sud (riconosciuto dall’ONU dal 14 luglio 2011 e da noi il 9 luglio 2011)].
– I seguenti Stati sovrani non membri dell’ONU (riconosciuti dal 22 dicembre 2004 ove non indicato):
Cook Islands
Euskadi
Far Oer
Galles
Gibilterra
Groenlandia (dal 25 novembre 2008)
Guam
Guyana (ex francese)
Irlanda del Nord
Kosovo
Kurdistan
Malta
Norfolk
Niue
Nuova Caledonia
Palestina
Polinesia (ex francese)
Puerto Rico
Sahrawi (Sahara occidentale)
Scozia
Sealand
Seborga
Somaliland
Taiwan
Tibet
Tokelau
Uzhupic (dal 22 agosto 2011)
Zanzibar

NON NE CONDANNA L’INDIPENDENZA (astensione in merito):

Abcasia (dal 26 agosto 2008)
Cipro Nord
Crimea (dal 16 marzo 2014)
Gagauzia
Nagorno-Karabakh
Ossezia Sud (dal 12 novembre 2006)
Transnistria
Vaticano

Per un totale di 228 Stati Sovrani (l’elenco comprende Stati indipendenti de facto, che hanno ottenuto status di forte automonia o che hanno avuto forti manifestazioni autonomiste).

Di seguito gli eventi che hanno portato alla decisione di riconoscere gli Stati sovrani successivamente alla fondazione della n/azione oscura KAOS-SF, oggi NeoRepubblica di Torriglia (22 dicembre 2004).

12 novembre 2006: la Russia riconosce l’Ossezia del Sud indipendente dalla Georgia.
26 agosto 2008: la Russia riconosce l’Abcasia indipendente dalla Georgia.
25 novembre 2008: la Groenlandia approva un referendum che estende l’autonomia a tutto il territorio trasferendo al governo locale diverse competenze.
9 luglio 2011: il Sud Sudan ottiene l’indipendenza grazie a un referendum (verrà riconosciuto dall’ONU il 14 luglio).
22 agosto 2011: l’ambasciatore di Uzhupis in Italia del Nord prende contatti con il Capo di Stato della NeoRepubblica di Torriglia che gli concede il riconoscimento.

Kill ‘em all. La soluzione del III millennio


Dead Man

Lukha Kremo Baroncinij "in Horas", performance, giugno 2011

Kremo salutes Tesla


Kremo Salutes TeslaIl capo di stato della NeoRepubblica Kaotica di Torriglia rende omaggio al genio di Nikola Tesla.
[Tratto da “In Horas”, performances 24 ore no stop del 25 giugno 2011 a Luserna San Giovanni (To – Italy), painting by Stefano Giorgi].

La “Gazzetta Ufficiale di Trantor” in eBook


L’annuale “Gazzetta Ufficiale di Trantor”, bollettino e organo ufficiale della N/Azione Oscura giunta al suo 7° Numero in sei anni, affronta il passaggio alla versione elettronica.

Da questo numero sarà pubblicato in versione eBook con il formato standard PDF.

Per i tradizionalisti, i collezionisti e i feticisti della carta, verrà stampata una versione cartacea (in scala di grigi) in edizione limitatissima (numerata in 20 copie) in vendita a 2,00 Avatär che sarà possibile richiedere a: kaos-sf@kipple.it (reperibile anche sul sito http://www.kipple.it al prezzo di 2,00 euro).

Nei prossimi giorni, saranno disponibili anche le versioni eBook dei 6 numeri cartacei arretrati. Queste versioni saranno gratuite.

Tutto il materiale Ufficiale della N/Azione Oscura (passaporto, banconote, francobolli, bolli ufficiali) e la gadgettistica (cd con inni ufficiali, spillette, patch/toppe e altro) è reperibile al sito http://www.kipple.it nell’apposita sezione “Brand” e sottosezione “Kaos-Sf”.