La Terra è piatta e io sono Dio


Scoperta eccezionale in Palestina. Nei pressi di Gerusalemme è stata rinvenuta un’epigrafe in lingua aramaica che risale all’anno 30 circa. Tradotto in italiano recita: “La Terra è piatta e io sono Dio. Joshua bin Joseph, alias Jesus Khristus“.

La Terra è piatta e io sono Dio

La comunità scientifica è in fermento perché sarebbe la prima prova archeologica dell’esistenza di Gesù di Nazareth, detto il Cristo. L’Autorità Archeologica di Gerusalemme informa che l’iscrizione era divisa in due frammenti, il primo (“La Terra è piatta e…”) nascosto sotto due metri di detriti, mentre il secondo (“… io sono Dio [etc]…”) posto sotto l’altare di un’antichissima chiesa. Ciò fa supporre che per un’eventualità storica non verificabile,  il Cristianesimo si sia basato solo sulla seconda affermazione e non sulla prima, evidentemente di equivalente importanza.

Nasce l’AvatarCoin. La Nazione Oscura l’adotta insieme al QuagliaCoin


Eccoci al tradizionale appuntamento col post col botto: la Nazione Oscura Caotica (che da quest’anno ha adottato ufficialmente le più importanti criptovalute, vedi) crea l’AvatarCoin, una criptovaluta creata dalla nazione stessa, e l’adotta insieme alle altre criptomonete accettate (vedi elenco) e al QuagliaCoin. Chiunque desiderasse gratuitamente una quantità di 1000 AvatarCoin ne può fare richiesta al Presidente alla mail ufficiale. Questo avviso avrà termine nel momento in cui l’AvatarCoin avrà un valore di mercato.

Vedi gli altri post col botto:

2016: È morto il Signore Iddio
2015: Monumento a Ciano sede di Livorno Città Aperta
2014: Posthuman Pop!
2013: Noam Chomski e la mistificazione della realtà
2012: Se vince Berlusconi la Neorepubblica di Torriglia dichiarerà guerra all’Italia!
2011: Declassate le agenzie di rating!

Discorso di Capo Danno


Il settimo appuntamento del Post col Botto è anticipato al 30 dicembre, che è la data scelta per il Capo Danno Caotico 137 (la regola è che possa essere svolto, di anno in anno, in una data a scelta tra il 23 settembre al 30 dicembre), ed è nientemeno che il Discorso del Capo di Stato Lukha B. Kremo.

Vedi il discorso di Capo Danno del 132 (2012)

Posthuman pop!


Questo è il quarto appuntamento del nostro tradizionale “post col botto”, ovvero il post di San Silvestro.

Viktoria Modesta

Viktoria Modesta

Questo articolo è dedicato alla pop star Viktoria Modesta, disabile e altro esempio di possibile postumanità. Dopo il grande esempio di Oskar Pistorius nel mondo dello sport (vedi nostro articolo “il postumano è sedicesimo”, naturalmente ci dissociamo dalle vicende giudiziarie che lo riguardano), ecco un esempio marcatamente femminile. Viktoria Modesta Moskalova, nata nel 1988, è una cantante e una modella inglese. I suoi problemi alla gamba risalgono alla nascita e, dopo molto traversie, la donna ha deciso per l’amputazione nel 2007. Ha partecipato alla celebrazione di chiusura delle paralipiadi del 2012 a Londra.

Viktoria Modesta

Viktoria Modesta

Viktoria Modesta

Viktoria Modesta

 

Vedi il “post col botto” degli anni precedenti:

2013: Noam Chomsky e la mistificazione della realtà

2012: Se vince Berlusconi la Neorepubblica di Torriglia dichiarerà guerra all’Italia!

2011: Declassate le agenzie di rating!

Se vince Berlusconi la Neorepubblica di Torriglia dichiarerà guerra all’Italia!


Eccoci al secondo appuntamento del “post col botto”, ovvero al post di San Silvestro.
Vedi il post col botto del 2011: Declassate le agenzie di rating!
Se Berlusconi, ricandidandosi, vincesse le elezioni italiane del 2013, la Neorepubblica di Torriglia sarebbe costretta a consegnare alle autorità una “dichiarazione di guerra”.
La motivazione è solo una: Silvio Berlusconi controlla (non importa se la proprietà è divisa nella sua famiglia) 3 televisioni a livello nazionale, oltre che il più grande gruppo editoriale. Questo non è ammissibile in una democrazia. Sebbene il suo controllo non sia “dittatoriale” e non sia prevista la censura, è evidente che la parzialità dell’informazione sia totale (come si è visto in questi giorni d’inizio campagna elettorale).
Non parliamo di “regime”, ma di democrazia parziale, su questo non ci possono essere dubbi, come anche confermano gli osservatori internazionali. E ci chiediamo come mai non si sente una parola che sembra passata di moda: “conflitto d’interessi”.
Per il resto, per come ha governato in quasi due decenni (leggi ad personam, scandali sessuali, gaffe internazionali) non ci pronunciamo, poiché si tratta di comportamenti che non entrano in conflitto con la democrazia e in quanto pensiamo che il governo abbia rappresentato bene chi lo aveva eletto.
Infine, in quanto favorevoli all’ineliggibilità dei condannati già dal I grado, Berlusconi è a tutti gli effetti incandidabile.

Declassate le agenzie di rating!


Oggi, ultimo giorno dell’anno gregoriano, usciamo con una notizia bomba, “post col botto”.

La NeoRepubblica di Torriglia DECLASSA le agenzie di Rating, in questo modo:

Moody’s: B
Standard & Poor’s: B
Fitch: B

Ecco le classi di rating:
A: Agenzia affidabile
B: Agenzia non affidabile
C: Agenzia di impostori che speculano in base ai propri investimenti
D: Vietiamo le agenzie di rating

Non si esclude il declassamento alle classi C o D, se il Governo Kaotico lo riterrà opportuno. Ciò che ci sembra adeguato è che anche le agenzie vivano il terrore di essere declassate.