Comunicati

La NeoRepubblica di Torriglia chiede quattro Ministeri all’Italia


Dopo la richiesta a Pontida dei “colonnelli” della Lega Nord di ben quattro ministeri (“Lavoro” a Milano, “Economia“, “Riforme” e “Semplificazione” a Monza), la NeoRepubblica di Torriglia chiede ufficialmente il trasferimento dei seguenti Ministeri a Torriglia: “Interni“, “Affari Esteri“, “Difesa” e “Istruzione, Università e Ricerca”.
La richiesta sarà depositata presso l’Ambasciatore Kaotica di Roma (nella persona di Zoon Battisti).

Il Capo di Stato Kaotico: Lukha Kremo Baroncinij

Commentari

Ammonimento all’elettore medio del Centrosinistra (e del Centrodestra) italiano


Sentiamo molti commenti dall’Italia sull’attuale situazione politica del Paese.

Il Governo ha l’appoggio del 50%+1 del parlamento, ma ciò è quasi letterale, nel senso che il margine di parlamentari fiduciari del governo è minimo. Gli elettori di Centrodestra sono giustamente preoccupati dell’instabilità e della possibile caduta dell’esecutivo, che porterebbe il Paese a eventuali elezioni. Oltre allo spreco di soldi, il problema è quello delle riforme, che subirebbero l’ennesimo ritardo. Gli elettori di Centrosinistra vorrebbero comunque il cambio di governo perché non concordano su diversi punti delle riforme, ma in generale non condividono il modo di condurre il Paese da parte del Governo attuale.

Super partes ci sarebbe da augurarsi una via di mezzo, cioè che il Governo portasse avanti la legislatura fino alla fine, cambiando conduzione politica, concentrandosi sulle riforme più urgenti, senza provvedimenti ad personam e cercando di passare più emendamenti possibili proposti dal Centrosinistra, concertando così le riforme per non compromettere la stabilità esecutiva.

Quindi, nessuno lo dice, ma Centrodestra e Centrosinistra dovrebbero andare d’accordo.

Fantascienza? Forse sì, perché il comportamento dei politici di Centrosinistra e di Centrodestra è quello dello scontro.

Naturalmente gli elettori di Centrosinistra fomentano questo scontro, indignandosi per la conduzione politica del Governo attuale. La loro controparte risponde (in modo fuorviante ma con cognizione di causa) che il Centrodestra al Governo non ha fatto le riforme che avrebbe dovuto fare (e noi siamo d’accordo quando ci riferiamo alle Legge sul conflitto di interessi, che sembra ora dimenticata e che invece è il vero problema dell’anomalia italiana, oltre alla parecchio imperfetta Legge elettorale). L’elettore di Centrosinistra dovrebbe smettere di farsi paladino dell’etica, in quanto non lo è mai stato, e quello di Centrodestra dovrebbe accettare con serenità le decisioni dei magistrati in quanto parte integrante dello Stato stesso che i loro politici stanno governando.

Ci vorrebbe meno ipocrisia per riuscire nel miracolo (necessario) dei cittadini che insegnano ai loro politici. Purtroppo in questo momento i politici danno l’esempio dello scontro, e questo è imitato pari pari degli elettori che li criticano (e che li hanno votati).

Nessun buon esempio dall'”alto”, nessun buon esempio dal “basso”.

Fatevi un esame di coscienza.