Guido Morselli


Enciclopedia della Fantascienza in Italia. Parte 9 (vedi tutti gli articoli)

Guido Morselli

Un autore rimasto sconosciuto fino alla propria (violenta) morte, ma riscoperto e considerato uno dei grandi maestri della distopia (o ucronia, o allostoria) italiana della seconda metà del XX secolo è certamente Guido Morselli. Nato a Bologna nel 1912, visse a Varese fino al 1973, anno in cui si suicidò con la sua rivoltella (che lui stesso chiamava “La ragazza dall’occhio nero”). Fino a quel momento non aveva praticamente pubblicato nulla a causa dell’accoglienza sfavorevole delle case editrici. Dopo quell’evento sconvolgente Adelphi comincia a pubblicare i suoi romanzi. Escono nel 1974 Roma senza Papa, in cui s’immagina il futuro della Chiesa in crisi con un trasferimento della sua sede, nel 1975 Contro-passato prossimo, nel quale immagina che la Prima Guerra mondiale sia stata vinta dagli Imperi centrali, e nel 1977 Dissipatio H. G., dove immagina un mondo improvvisamente senza uomini. Tre romanzi che hanno un’importanza basilare nel ridefinire il ruolo della letteratura fantastica, fantascientifica e utopica in Italia e il loro cattivo rapporto con la letteratura “alta” (in Italia più che in altri Paesi), a causa della presunta superiorità del “realismo”, prima con una lettura “realista” di Manzoni, e successivamente con l’esaltazione del verismo di Verga e Capuana (esaltazione avvenuta durante il neorealismo cinematografico), quando in realtà tutti gli autori citati trattarono la letteratura realista e quella fantastica alla stessa stregua e considerandole di pari valore.

La Neorepubblica Kaotica rivendica l’isola Ucronia al largo del Pakistan


La neorepubblica Kaotica di Torriglia rivendica ufficialmente l’isolotto nato ieri a sud del Pakistan, a circa 1 chilometro e mezzo da Gwadar a causa della forte scossa di terremoto, dandole il nome di Ucronia: si tratta di un’isola lunga circa 200 metri, larga 100 e alta circa 20.

Isola Ucronia, 2013 Pakistan

Isola Ucronia, 2013 Pakistan


Nonostante si trovi nelle acque territoriali, non trattandosi appunto di acqua, la Neorepubblica Kaotica di Torriglia la rivendica per farne un’isola “libera”, una terra di nessuno, priva di sovranità, regolata da norme internazionali che ne tutelino l’ambiente, similmente a come accade oggi per le terre dell’Antartide.
Nessuno potrò sfruttarne l’ambiente per ricavarne lucro, nemmeno a livello turistico, chiunque potrà accedervi senza passaporto o con Passaporto Kaotico.

A Roma la vera “ucronia”


Ieri rissa tra centurioni romani e vigili urbani del Comune di Roma, uno scontro oltre i secoli, immaginato solo nelle grandi ucronie della fantascienza: i soldati romani reclamano autonomia dallo Comune, almeno sulle proprie vestigia.
[Foto Repubblica.it]

Rissa tra centurioni romani e vigili del comune di Roma

Rissa tra centurioni romani e vigili del comune di Roma

Rissa tra centurioni romani e vigili del comune di Roma

Rissa tra centurioni romani e vigili del comune di Roma