Israele: Governo di Unità Nazionale, fuori Netanyahu


L’ex alleato Naftali Bennett trova l’intesa con Yair Lapid, che guida l’opposizione centrista Yesh Atid. Benjamin Netanyahu non sarà più alla guida del governo israeliano a più di 12 anni dal primo incarico da primo ministro.

Israele è degli ebrei


Una proposta di legge vuole far diventare Israele “lo stato-nazione del popolo ebraico” o “stato della nazione ebraica”. Il provvedimento è stato approvato domenica mattina dall’esecutivo di Benjamin Netanyahu nonostante la feroce opposizione di sette ministri, tra i quali la ministra della giustizia Tzipi Livni. Uno di essi, Yair Lapid, ha minacciato le dimissioni. 15 ministri hanno invece appoggiato il premier.

Ora attendiamo che gli Stati Uniti e l’Europa divengano “Nazione del popolo Cristiano” e il Medioevo e’ servito.