Il Ttip deciso in gran segreto: la democrazia insorge


Julian Assange

Julian Assange

Nelle stanze segrete della diplomazia, i burocrati europei stanno negoziando il trattato di libero scambio Europa-Usa (Ttip), che riscriverà le regole del commercio mondiale.
L’idea alla base del Ttip è creare un mercato unico con le stesse regole e con gli stessi standard, in modo da semplificare al massimo i rapporti commerciali e potenziare le occasioni di business per le aziende. Ma in realtà cosa contenga esattamente il testo completo dell’accordo non è chiaro, perché il Ttip viene negoziato da Europa e Stati Uniti nel riserbo più assoluto.
WikiLeaks di Julian Assange lancia una campagna per rivelare il testo completo, promettendo una ricompensa di 100000 euro a chi aiuterà a rivelare il testo del Ttip. E imbarcando sponsor eccellenti, da Yanis Varoufakis, Evgeny Morozov, Glenn Greenwald.

Yanis Varoufakis dà una lezione di politica


Yanis Varoufakis

Yanis Varoufakis

Il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis, ha rassegnato le dimissioni.
Varoufakis ha spiegato in un post sul suo blog di aver lasciato l’incarico per consentire al primo ministro, Alexis Tsipras, di stringere più facilmente un accordo con i creditori. Esiste infatti una certa preferenza di alcuni membri dell’Eurogruppo per l’assenza del Ministro ai prossimi vertici, un’idea che il Tsipras ha giudicato potenzialmente utile per consentirgli di raggiungere un’intesa.

FLUSH.ART log 4: Back to Greece


FLUSH.ART

pillole di arte de/genere

log 3: BACK TO GREECE
Leggi il senso di Flush.Art

Una pubblicazione in cui lo choc e la violenza nelle immagini sono la materia prima della propria arte deve affrontare il terrore in modo inatteso, sleale.

Dopo l’exploit di Alexis Tsipras (e del ministro Yanis Varoufakis), nonostante il dibattito sia ancora aperto, è innegabile che qualcosa in Europa sia cambiato. L’Europa mediterranea (Grecia, Italia, Spagna e Portogallo) sta reagendo al mitteleurocentrismo cercando di rimettere in equilibrio le influenze culturali/politiche/finanziare del continente.
Non entriamo del merito, ma ci piace cogliere l’aspetto storico-artistico, laddove la Grecia è la patria natia dell’Europa stessa.
E allora abbiamo scelto 3 artisti greci contemporanei: un illustratore, un musicista, un poeta e uno scrittore che demoliscono l’immagine “classica” della Grecia e ne restituiscono un aspetto non solo contemporaneo, ma decisamente futuristico: Iannis Xenaxis (compositore di musica elettronica e non), David Stoupakis (pittore e ellistrarore), Konstantinos Kavafis (poeta) e Michalis Manolios (scrittore di fantascienza).


Che cosa aspettiamo così riuniti sulla piazza?
Stanno per arrivare i Barbari oggi.
Perché un tale marasma al Senato?
Perché i Senatori restano senza legiferare?
È che i barbari arrivano oggi.
Che leggi voterebbero i Senatori?
Quando verranno, i Barbari faranno la legge.
(Konstantinos Kavafis, tratto da “Aspettando i barbari. Le invasioni barbariche”)

Manteinance, David Stupakis

Manteinance, David Stupakis

 David Stupakis

David Stupakis

Metamorphosis, David Stupakis

Metamorphosis, David Stupakis

David Stoupakis

David Stoupakis

David Stoupakis

David Stoupakis

Aethra, Michalis Manolios

Aethra, Michalis Manolios